Sunday Post

Una selezione matrimonio-free del meglio del Post di questa settimana

Siamo usciti dalla settimana del matrimonio reale e con oggi, probabilmente, ci tireremo fuori anche dalle polemiche sulla possibilità di tenere o no i negozi aperti il Primo maggio. Se siete tra quelli che oggi non lavorano, vi potrà essere utile questa selezione delle tredici cose più lette sul Post di questa settimana: è una selezione matrimonio-free, nel senso che la classifica sarebbe invasa dai contributi e gli articoli e le foto sul matrimonio reale, che segnaliamo a parte in fondo alla pagina. Ciao, noi siamo qui.

L’ineffabile onorevole Saltamartini, sulla protagonista dell’ultima puntata di Ballarò
Il deputato Merlo, PD, su Giovanardi e l’IKEA, un imprevisto sostegno alle sballate dichiarazioni di Giovanardi
Il caso satira al Fatto, sulle polemiche relative alla rimozione degli animatori dell’inserto satirico
Vogliamo ricordarlo così, cosa lascia il peggior direttore generale della storia della RAI
Il declino dell’anonimato online, un dibattito online – lungo e ancora aperto – sui dibattiti online

Chi era Sathya Sai Baba, informazioni minime per sapere di cosa parliamo
Perché David Foster Wallace è così famoso?, un’analisi di Nathan Eller su Slate
Perché Playstation Network si è rotto, la storia del casino di questa settimana con la piattaforma multiplayer di Sony
Il Primo Maggio e lo shopping, negozi aperti o no?
L’autore di Calvin & Hobbes ha finalmente fatto un nuovo disegno, un dipinto, a essere precisi: il primo in sedici anni

Dai blog:
25 aprile di Makkox
Problemini matematici pasquali di Maurizio Codogno
Nuovo look di Isola Virtuale

Il Post sul matrimonio reale
La sposa era bellissima, le foto migliori del Royal Wedding
Io c’ero!, un irrispettoso liveblogging
Altro che Pippa, chi è Grace van Cutsem, la bambina che ha devastato le foto degli sposi al balcone
Cappelli, cappellini e copricapi, perché a Londra si sono viste cose che voi umani non potreste immaginarvi
L’albero genealogico della famiglia Windsor, per capirci qualcosa
Karin, l’ultima nella linea di successione, storia della signora tedesca che diventa regina se muoiono 4972 persone

foto: ODD ANDERSEN/AFP/Getty Images