Sunday Post

Il primo Sunday Post del nuovo Post: cose da leggere la domenica

La prima settimana del nuovo Post si conclude con grandi soddisfazioni, raccolte in rete attraverso messaggi e numeri delle visite, e sul campo a Perugia, dove la redazione è tuttora insediata in un’ampia sala rivestita di legno scuro nell’hotel Brufani, quartier generale del festival del Giornalismo. Ieri abbiamo festeggiato il Post con Facci, Menichini e Peter Gomez, abbiamo cenato con Jacob Weisberg di Slate, Bill Emmott e altri esperti dispensatori di consigli, e prima di andare a dormire abbiamo dato un’occhiata a quali erano stati gli articoli più letti della settimana.

1. Una ragazza e la sua stanza, un racconto fotografico di pezzi di mondo e generazioni
2. Causa del suo mal, dove si commentava la politica estera italiana
3. Chi diavolo sono questi due?, la via del Post al matrimonio reale
4. Report, il prezzo è giusto, il più letto dei molti interventi sulla puntata di Report di domenica scorsa
5. La nuova vita di Gabrielle Giffords, un racconto di cosa ne è della deputata americana ferita in un attentato

6. Da quando c’è Apple in parlamento, raccolta di foto di un cambiamento, e riflessioni accessorie
7. La deputata abusiva, che il giorno dopo si è messa in regola
8. I brutti momenti di Toya Chiba, un’altra storia di un’avventura nello tsunami
9. Tutti i traslochi dei parlamentari, infografica che li mostra (ma infografica vera, non una tabella risicata)
10. Le minacce ad Arrigoni del 2008, una storia sul volontario ucciso a Gaza

E infine tra gli autori del Post:
11. La gente fa schifo sempre, di Filippo Facci
12. Vittorio Arrigoni era un loro nemico, di Giovanni Fontana
13. Lettieri si è copiato il programma di Renzi?, di Pippo Civati