• venerdì 28 gennaio 2011

Internet e privacy, si potrà navigare senza ricevere pubblicità mirate

Si tratta dei tracking cookie, che monitorano le nostre abitudini di navigazione

Dopo Microsoft, anche Mozilla e Google si muovono per includere nei propri browser, Firefox e Chrome, funzioni per poter escludere dalla navigazione su Internet i tracking cookie che monitorano le proprie abitudini per mandare annunci personalizzati (qui si può già scaricare l’estensione per Chrome). In parole povere, i cookie sono informazioni che passano dalle pagine web al proprio computer, e viceversa, per tenere salvate informazioni (come ad esempio password) senza doverle reinserire ogni volta. I browser accolgono i rilievi della Federal Trade Commission, che si era espressa per una maggiore tutela della privacy in questo settore. Quello che si perde, in nome di una maggiore riservatezza, è che si vedranno solo pubblicità generiche e non mirate.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.