nadal

Scusa, come lo batto Federer?

Wimbledon è quasi alla fine. Mancano le partite più importanti. Quelle dei record, dei numeri 1, dei “ho vinto il torneo più importante”. Nell’attesa ecco cosa potreste esservi persi e non era il caso di farlo.

La terra è sempre più blu

A Madrid si gioca uno dei tornei principali della stagione che tuttavia non ha una storia particolare. Fino a qualche anno fa si disputava a novembre sul sintetico coperto, dal 2009 è diventato un evento di maggio sulla terra rossa.

Monte Carlo: il principato di re Nadal

Il mondo è strano. Monaco è uno stato governato da principi la cui superficie è due terzi quella di Bergolo. A Monaco ci sono parecchi campi da tennis ma il club più esclusivo, pur chiamandosi Monte Carlo Country Club, si trova

Djokovic e Nadal: i superuomini umani

Provate a pensare a cosa fate normalmente in sei ore. Vi mettete lì, fate un elenco, e ditemi se non avete almeno una decina di punti. Djokovic e Nadal di punti ne hanno uno solo: giocare a tennis. Quella andata

Nadal è più forte del più forte di sempre

Era l’Australia day oggi a Melbourne e ci hanno pensato i fuochi d’artificio a ricordarlo a tutti attorno alle 20 locali, quando Roger Federer e Rafael Nadal sono dovuti tornare negli spogliatoi una decina di minuti in attesa che tornasse

E l’inverno mi manchi

Gennaio è un mese infernale per chi segue il tennis che, da perfetto sport lucertola, va dove splende il sole.  La transumanza australiana dei professionisti crea un mese di corto circuito per chi rimane in Europa, costretto a puntare la sveglia a

Ci risiamo: spagnoli, branco di dopati

I risultati sportivi della Spagna nell’ultimo decennio sono impressionanti. Dominano praticamente tutto, partendo dal calcio e arrivando al tennis. Se vai al bar dello sport, tra un bianchino e una spuma, è prassi dedicare cinque minuti all’argomento “gli spagnoli si

Boicottare Wimbledon 2012

Partecipare a Wimbledon come spettatore è praticamente un lavoro. Si parte a settembre dell’anno precedente quando si invia una richiesta al All England Club per ricevere il modulo di prenotazione. Non è un affare per i perditempo perchè bisogna scrivere

Chi sono io, babbo Nadal?

Mancano quasi due mesi alla dicembrina finale di coppa Davis che l’Argentina contenderà alla Spagna in quel di Siviglia ma le polemiche, a mo’ delle esecrabili luminarie natalizie, sono già partite.

Nadal e il doping: proviamo a parlarne

Estate 2006. Il Tour de France viene decimato dai controlli antidoping e il mondo sportivo si ritrova a parlare di Eufemiano Fuentes, medico responsabile di aver arricchito il sangue di numerosi atleti con sostanze dopanti allo scopo di alleviarne la

I conti in tasca a Nadal

Ci hanno messo due giorni, un numero incalcolabile di stracci e tele cerate, ma alla fine gli organizzatori dell’UsOpen 2010 sono riusciti a portare a termine il torneo nonostante la pioggia. E che torneo! Lo ha vinto Rafael Nadal, che

UsOpen – Polo e Peli

Sesto giorno da New York: il torneo entra nel vivo ma per ora c’è ancora trippa per aneddoti e curiosità. Con Gianluca Comuniello, inviato agli UsOpen, si parla di collezionisti dei capelli di Nadal, del perchè i raccattapalle hanno magliette

Nadal, i giornalisti e i raccattapalle

Nel podcast di oggi di parla della vittoria di Nadal, dei giornalisti in ghingheri, di raccattapalle che giocano sui campi, del torneo che viene smontato, della coppa, di interviste esclusive e di saluti. Come sempre con Gianluca Comuniello. Podcast: vittoria

Nadal trionfa sull’erba battuta di Wimbledon

L’immagine della maglietta bianca di Nadal sporca di terra dopo essersi sdraiato sull’erba di Wimbledon per festeggiare la vittoria contro Berdych è l’emblema dei cambiamenti che hanno caratteriazzato il torneo più importante del mondo negli ultimi dieci anni.

Ormoni rotolanti

Nel podcast di oggi si parla di Beckham, di gelati, di ormoni rotolanti in sala stampa e di giornalisti poco igienici, di tv svizzere e di erba desaparecida. Naturalmente c’è anche l’appuntamento fisso con l’inglese di Nadal (lesson number two).