(AP Photo/ Ted S. Warren, File)
  • Mondo
  • giovedì 10 Giugno 2021

Lo stato di Washington regala una canna a chi si vaccina

E il West Virginia fucili da caccia: negli Stati Uniti continuano le iniziative per convincere le persone ad aderire alla campagna

(AP Photo/ Ted S. Warren, File)
Caricamento player

Negli Stati Uniti stanno continuando a diffondersi le iniziative dei governi locali e delle imprese private per incoraggiare i residenti a vaccinarsi contro il coronavirus: il tentativo è quello di convincere anche gli ultimi scettici, nell’ambito di una campagna di vaccinazione che è stata piuttosto rapida ed efficace e che però nell’ultimo mese e mezzo ha cominciato a rallentare. Nello stato di Washington, per esempio, chi si vaccina può ricevere gratuitamente una canna in uno dei negozi di marijuana, ma nel frattempo sono spuntate anche altre iniziative simili, più o meno stravaganti.

Lunedì la commissione per gli alcolici e la cannabis dello stato di Washington ha lanciato la promozione «Joints for Jabs», attraverso cui offrirà una canna a tutte le persone dai 21 anni in su che potranno dimostrare di aver ricevuto la prima o la seconda dose di vaccino contro il coronavirus ai negozi che aderiscono all’iniziativa. La promozione sarà attiva fino al 12 luglio e sarà valida soltanto per le canne già rollate, e non su altri prodotti a base di marijuana.

Secondo un database del New York Times, nello stato di Washington – che si trova nel nord-ovest degli Stati Uniti e non va confuso con Washington DC – il 58 per cento della popolazione ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 49 per cento ha già completato il ciclo di vaccinazione, ma adesso il governo locale vuole convincere anche gli altri: la stessa commissione infatti ha offerto una birra, un cocktail o un bicchiere di vino gratis ai residenti che possono dimostrare di essersi vaccinati.

Di recente anche un negozio di cannabis dell’Arizona ha annunciato un’iniziativa simile, mentre già a febbraio il dispensario del Michigan Greenhouse aveva deciso di «premiare» le persone che si vaccinavano regalando appunto una canna a chi dimostrava di aver ricevuto almeno una dose di vaccino: a maggio il responsabile del negozio, Jerry Millen, aveva detto al Financial Times che Greenhouse ne aveva regalate già più di 25mila.

– Leggi anche: Gli Stati Uniti distribuiranno 500 milioni di dosi di vaccino di Pfizer/BioNTech nel mondo

Quelle che riguardano i negozi di marijuana non sono le uniche iniziative pensate per incoraggiare gli statunitensi a vaccinarsi.

È già da più di un mese che alcuni governi locali e diverse aziende private stanno cercando di convincere cittadini e dipendenti a farsi vaccinare, con incentivi anche piuttosto stravaganti, che vanno dalle ricompense in denaro agli omaggi nei birrifici, da ciambelle e hot dog gratis a biglietti omaggio per entrare a musei ed eventi.

Il governatore del Maryland, Larry Hogan, aveva promesso una ricompensa di 100 dollari a tutti gli impiegati pubblici che si fossero vaccinati con entrambe le dosi, e aveva invitato le aziende dello stato a valutare la possibilità di offrire a loro volta incentivi ai dipendenti. Anche grosse aziende come Amazon, McDonald’s, Lidl e il rivenditore di prodotti per animali domestici Petco avevano offerto dei bonus economici al personale che si fosse vaccinato.

Stati come New York e l’Ohio hanno messo in piedi concorsi a estrazione in cui è possibile vincere borse di studio per frequentare alcuni dei loro college, mentre in California e Oregon, tra gli altri, sono partite lotterie in cui sono stati messi in palio premi fino a un milione di dollari (circa 800 mila euro): in New Mexico il primo premio della “lotteria per i vaccinati” è addirittura di 5 milioni di dollari.

Sono state adottate iniziative simili anche in West Virginia, uno degli stati con la minore percentuale di popolazione ad aver ricevuto entrambe le dosi di vaccino contro il coronavirus. A maggio il governo locale aveva offerto ai giovani residenti che si vaccinavano un buono del Tesoro del valore di 100 dollari (più o meno 83 euro): più di recente, oltre a una lotteria simile a quelle messe in piedi da altri stati, in West Virginia sono state messe in palio vacanze presso i parchi dello stato, licenze di caccia e pesca a vita, furgoni pick-up e anche fucili da caccia personalizzati.

Le cose da sapere sul coronavirus