• Mondo
  • giovedì 22 Ottobre 2020

Saad Hariri è di nuovo primo ministro del Libano

Giovedì Saad Hariri ha ricevuto l’incarico di formare il nuovo governo dal presidente libanese Michel Aoun. Hariri è stato già tre volte primo ministro, ma nel 2019 aveva lasciato l’incarico a causa delle violente proteste antigovernative nel paese. La nomina di Hariri arriva mentre il paese sta vivendo la peggiore crisi economica della sua storia, ulteriormente aggravata dalle conseguenze dell’enorme esplosione di Beirut del 4 agosto. Hariri è stato sostenuto da 65 parlamentari, mentre 53 si sono astenuti.

– Leggi anche: Cosa ci faceva tutto quel nitrato di ammonio al porto di Beirut

A fine agosto Mustapha Adib era stato incaricato di formare il nuovo governo del Libano, ma il 26 settembre si era dimesso, spiegando in televisione di non essere riuscito a trovare un accordo tra i diversi partiti. Adib era diventato primo ministro incaricato dopo il voto favorevole di 90 parlamentari su 120, raccogliendo il sostegno di Hezbollah e dei suoi alleati, oltre che quello del “Movimento del Futuro” di Hariri. Il governo precedente, presieduto da Hassan Diab, si era dimesso dopo le violente proteste per esplosione dello scorso 4 agosto.

– Leggi anche: I video dell’enorme esplosione a Beirut, in Libano

(Pierre Crom/Getty Images)