(ANSA/Mourad Balti Touati)
  • Italia
  • martedì 25 Febbraio 2020

Dove sono chiuse le scuole a causa del coronavirus

La presidenza del Consiglio ha smentito che verranno chiuse tutte le scuole del paese: rimangono in vigore le ordinanze nelle regioni del Nord

(ANSA/Mourad Balti Touati)

Diverse regioni italiane hanno annunciato la chiusura di scuole e università come misura preventiva per evitare la diffusione del coronavirus (SARS-CoV-2), dopo che erano emersi i primi casi di contagio da coronavirus la scorsa settimana. Le regioni che hanno deciso la chiusura sia delle scuole che delle università sono tutte nel nord Italia: Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria e Trentino-Alto Adige. Il provvedimento delle regioni sarà valido fino al 1 marzo, a meno che nei prossimi giorni non si decida di prolungarlo.

Le ordinanze emanate dai presidenti di regione hanno confermato la sospensione di tutti i viaggi di istruzione, verso l’Italia e verso l’estero, ma hanno mantenuto attivi i tirocini e i corsi degli specializzandi in professioni sanitarie. Inoltre, oltre alle scuole e alle università sono chiusi anche musei, cinema e luoghi di cultura, ovvero biblioteche, archivi e parchi archeologici.

– Leggi anche: Le ultime notizie sul coronavirus in Italia

Martedì mattina era circolata la notizia secondo cui le scuole sarebbero state chiuse in tutta Italia, ma in tarda mattinata sono arrivate le smentite della presidenza del Consiglio e della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, che sulla propria pagina Facebook ha scritto: «In questa fase alimentare false notizie sulla chiusura delle scuole è da irresponsabili. Le decisioni vengono prese e comunicate dalle autorità competenti. Quindi il consiglio è questo: ascoltare solo le fonti ufficiali».