• Cultura
  • mercoledì 20 novembre 2019

Chi era Maude Lores Bonney, aviatrice

Fu la prima donna a volare da sola dall'Australia all'Inghilterra: nacque il 20 novembre di 122 anni fa

Maude “Lores” Bonney, protagonista del doodle di Google di oggi, fu una pioniera dell’aviazione, la prima donna a volare da sola dall’Australia all’Inghilterra, nel 1933. Google celebra il 122° anniversario della sua nascita.

Bonney nacque a Pretoria, in Sudafrica, il 20 novembre del 1897, ma fin dall’infanzia si trasferì con la sua famiglia in Australia. Iniziò ad appassionarsi al volo nel 1928, dopo aver conosciuto Bert Hinkler, famoso aviatore australiano, nonché cugino di suo marito. Affascinata dalle imprese di Hinkler, autore del primo volo assoluto in solitaria tra Australia e Inghilterra, iniziò a prendere lezioni di volo di nascosto. Quando suo marito lo scoprì decise di regalarle un aereo personale, un de Havilland DH.60 Moth, chiamato “My Little Ship”.

Con quell’aereo Bonney compì il suo primo volo in solitaria, impiegando 15 ore per andare da Brisbane, nel Queensland, a Wangaratta, nello stato di Victoria, giusto in tempo per cenare con suo padre. Sempre a bordo di quell’aereo divenne la prima donna a circumnavigare l’Australia in volo, e la prima donna a volare dall’Australia al Sudafrica. 

Il volo per cui è più nota, quello dall’Australia all’Inghilterra, iniziò il 10 aprile del 1933, quando decollò a bordo di “My Little Ship” da Brisbane. Dopo aver incontrato una tempesta tropicale fu costretta a un atterraggio d’emergenza su un’isola thailandese: cercò di atterrare su una spiaggia, ma la presenza di alcuni bufali d’acqua la costrinse a planare in mare. Dopo essere riuscita a mettersi in salvo e a raggiungere la riva, si fece aiutare da alcuni abitanti a trainare l’aereo fuori dall’acqua.

Dopo aver constatato che l’aereo aveva subito troppi danni e non poteva volare nuovamente, decise di spedirlo a Calcutta, in India, per farlo riparare. I lavori di riparazione durarono circa un mese, e il 25 maggio Bonney riprese il volo alla volta dell’Inghilterra, arrivando il 21 giugno a Croydon, a sud di Londra. Il re Giorgio V del Regno Unito la nominò membro dell’Ordine dell’Impero britannico e in onore di quel volo le fu intitolato un trofeo, che viene ancora oggi assegnato ogni anno alle migliori aviatrici britanniche. Bonney continuò a volare anche negli anni seguenti, compiendo diversi voli in solitaria, e terminò la sua carriera da aviatrice con l’inizio della Seconda Guerra Mondiale: morì a Mermaid Beach, nel Queensland, nel 1994.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.