L’intervento di Carlo Calenda alla Festa nazionale del PD

Fra molti applausi, ha criticato il tentativo di allearsi col M5S e lasciato intendere che potrebbe fondare un nuovo partito

Ieri sera Carlo Calenda è stato intervistato da Marco Damilano durante un evento alla Festa Nazionale del Partito Democratico in corso a Ravenna. Nel suo intervento, che sta circolando molto online, Calenda riprende molti dei temi che lo hanno reso il dirigente del partito più critico nei confronti di un’alleanza col Movimento 5 Stelle, che il PD sta negoziando ormai da una settimana. Calenda, in estrema sintesi, sostiene che il Movimento 5 Stelle sia un partito con valori opposti a quelli del PD, e che un’alleanza di lungo termine sarebbe difficile da giustificare a militanti ed elettori.

«Non ho nessuna voglia di uscire dal PD, non ho nessuna voglia di fare una cosa contro il PD. Io voglio lottare con voi. Se lo posso fare dentro al PD, lo faccio dentro al PD. Se devo scegliere la strada di farlo fuori dal PD, perché il PD non lo vuole fare, io lo faccio», ha detto Calenda verso la fine del suo intervento lasciando intendere che potrebbe fondare un nuovo partito (come già aveva scritto nella lettera con cui tre giorni fa si era dimesso dalla direzione nazionale del PD).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.