Le novità di marzo su Netflix

Grandi saghe cinematografiche (da Jurassic Park a Bourne a Ritorno al futuro), un'attesa serie animata, una sulla Formula 1 e la seconda parte di "The OA"

Il catalogo di Netflix cambia ogni giorno, perché c’è sempre qualcosa di nuovo che arriva e qualcos’altro che viene tolto (o che viene tolto, fa dei giri immensi e poi ritorna). Oltre alla possibilità di recuperare quello che già c’è su Netflix (per esempio Roma o il miglior cortometraggio documentario degli Oscar) si può quindi iniziare ogni mese guardando quello che di nuovo arriva man mano. La prima buona notizia è che a inizio mese Netflix comunica gli arrivi più importanti. La seconda buona notizia è che la maggior parte dei nuovi arrivi sono il primo del mese, cioè oggi.

Il marzo di Netflix inizia con tanti film famosi, e le cose di cui più si parlerà saranno quasi di certo la serie di animazione Love, Death & Robots; la serie After Life o il film Triple Frontier. Per quelli che l’avevano vista, ed erano riusciti a finirla, e se la ricordano, tra un paio di settimane arriverà anche la seconda parte di The OA. Ci sono poi un film sui detective che – SPOILER – arrestarono Bonnie e Clyde e una serie che dalla trama sembra un episodio di Black Mirror.

1 marzo/1

Il ragazzo che catturò il vento

È un film di Netflix sulla storia vera dell’inventore e scrittore malawiano William Kamkwamba. Ha 31 anni e, per cominciare, a 15 costruì un mulino a vento per dotare di energia elettrica la sua casa. È interpretato da Chiwetel Ejiofor, protagonista di 12 anni schiavo.

Tre Jurassic Park
Jurassic Park, Jurassic Park – Il mondo perduto e Jurassic Park III. I primi tre film della saga costruita sull’irrealistico presupposto che si possano ricreare i dinosauri e sulla realistica possibilità che qualcosa andrebbe di certo storto, se ci mettessimo davvero a ricreare i dinosauri. Il primo cambiò il cinema e il modo in cui pensiamo ancora oggi ai dinosauri, il secondo e il terzo no.

Tre La mummia
La mummia, La mummia – Il ritorno e La mummia – La tomba dell’imperatore. Non hanno cambiato il cinema e non hanno cambiato il modo in cui pensiamo all’antico Egitto, ma hanno comunque avuto i loro estimatori: il primo più degli altri due, come succede spesso. Parla di un archeologo che risveglia per sbaglio una mummia, che poi inizia a fare danni mentre cerca la reincarnazione della sua amata.

Quattro Bourne
The Bourne Identity, The Bourne Legacy, The Bourne Supremacy e The Bourne Ultimatum. In tre film su quattro il protagonista è l’ex agente della CIA interpretato da Matt Damon. Guardando o riguardando i film fate caso a come cambiano, film dopo film, i combattimenti corpo-a-corpo. Come spiegò Fandor nel video qui sotto, all’inizio le inquadrature erano chiare e permettevano di capire abbastanza bene tutto quello che succedeva; dal secondo film le cose si sono fatte più confuse: il montaggio è diventato più sincopato e la cinepresa meno ferma. Dalla maggior parte dei combattimenti poi è stata tolta la colonna sonora, per renderli più realistici. In The Bourne Ultimatum le cose sono diventate ancora più estreme.

1 marzo/2

Salvate il soldato Ryan
È un film di guerra del 1998, diretto da Steven Spielberg (che ci vinse l’Oscar per la miglior regia) e interpretato da Tom Hanks. Perse l’Oscar per il miglior film contro Shakespeare in Love e ha uno degli inizi più ricordati degli ultimi decenni.

Minority Report
Altro film di Spielberg, questa volta con Tom Cruise. È tratto dal racconto Rapporto di minoranza ed è ambientato nel 2054 a Washington. Tre individui con poteri extrasensoriali riescono a prevedere i crimini e la polizia – la Precrimine – riesce così ad arrestare chi si pensa stia per compierne uno. Ma le cose si complicano quando il personaggio di Cruise inizia a mettere in dubbio un po’ di cose e a essere inseguito dalla Precrimine per un reato che non ha ancora commesso.

A Beautiful Mind
Parla di John Nash, lo diresse Ron Howard, vinse quattro Oscar ed è il film che ha permesso a molte persone di pensare di aver perfettamente compreso la teoria dei giochi.

Mamma Mia!
Il film con le canzoni degli ABBA. Uscì nel 2008 e ci recitano, e cantano, Meryl Streep, Pierce Brosnan e Amanda Seyfried.

1 marzo/3

The exorcism of Emily Rose
Il film è del 2005 e racconta la storia di un esorcismo andato male e si ispira a una vicenda realmente accaduta nel 1976.

Prova a prendermi
L’ha diretto Spielberg – sì, ne ha fatti tanti – ed è ispirato alla vera storia di Frank Abagnale Jr., che riuscì a mettere in atto una serie di truffe, fingendosi tra le altre cose pilota della Pan Am. Quando nel 2002 uscì il film, il vero Frank Abagnale Jr. disse che era vero all’ottanta per cento.

Fast & Furious 6
Il film sulla saga che era iniziata con gente che faceva gare in macchina, e poi è diventata qualcosa di più. È l’ultimo in cui recitò Paul Walker, morto in un incidente d’auto nel 2013.

The Social Network
Film del 2010 diretto da David Fincher, sulla storia di (The) Facebook. Premio Oscar per la miglior sceneggiatura originale, scritta da Aaron Sorkin.

21
Parla di blackjack, è ispirato a una storia vera e ci recita Kevin Spacey, perché è del 2008.

3 marzo 

Legend
Un film del 2016 sui gemelli Kray, due gangster della Londra degli anni Sessanta: di quelli che, nonostante fossero assassini, erano visti con un certo fascino da qualcuno. Uno di loro scrisse nella sua biografia: «Erano i migliori anni delle nostre vite. Li chiamavano gli swinging sixties. I Beatles e i Rolling Stones comandavano la musica pop, Carnaby Street era il centro del mondo della moda, e io e mio fratello eravamo i capi di Londra. Eravamo fottutamennte intoccabili». Sono entrambi interpretati da Tom Hardy.

7 marzo

Il lato positivo
Ora è tutto Bradley Cooper e Lady Gaga, ma ai tempi si parlò bene dell’alchimia di Cooper con Jennifer Lawrence che, a differenza di Lady Gaga, vinse l’Oscar come miglior attrice. Cooper interpreta un uomo appena uscito da un ospedale psichiatrico, Lawrence una giovane vedova con problemi di dipendenza dal sesso. Lui è ossessionato dalla sua ex moglie e vuole riconquistarla, ma non può per via di un’ordinanza restrittiva; allora Lawrence si offre di intercedere per lui a patto di essere aiutata in un concorso di ballo.

8 marzo

After Life
Una serie scritta, diretta e interpretata da Ricky Gervais. Parla di un uomo che, dopo la morte improvvisa della moglie, decide che anziché suicidarsi inizierà a vivere per punire gli altri, senza nessun freno o pudore.

Formula 1: Drive to Survive
«Un racconto senza precedenti della vita dei piloti più veloci, delle principali squadre e del team di management della stessa Formula 1». È una serie.

12 marzo

Due Cattivissimo me
Il primo e il secondo, per chi ancora si ritiene in grado di sopportare i Minions.

Schindler’s List
Un altro film di Spielberg, diversissimo dagli altri. Perché in bianco e nero, sulla Shoah.

13 marzo

Triple Frontier
Un film di Netflix su un gruppo di ex soldati delle forze speciali che si riunisce per rapinare un ricco e importante narcotrafficante. Gli attori sono Ben Affleck, Oscar Isaac, Charlie Hunnam, Garrett Hedlund e Pedro Pascal.

15 marzo 

Love, Death & Robots
È una serie antologica (ogni episodio è una storia a sé) ed è fatta da brevi storie animate «che spaziano tra fantascienza, fantasy, horror e comedy». Se ne sono occupati Tim Miller e David Fincher.

Turn Up Charlie
Una serie in cui Idris Elba è Charlie, un DJ in crisi che, scrive Netflix, «decide di diventare la “tata” della problematica figlia del suo migliore amico e di provare un ultimo disperato, tentativo di raggiungere il successo provando a fare l’attore».

18 marzo

Fury
Film del 2014 scritto, diretto e prodotto da David Ayer, con protagonisti Brad Pitt e Shia LaBeouf. È ambientato durante la Seconda guerra mondiale e racconta una missione condotta dietro le linee nemiche dal sergente dell’esercito americano Don Collier.

22 marzo

The OA
La prima parte della serie parlava di Prairie Johnson, una ragazza cieca che dopo sette anni tornava nel paese in cui era cresciuta, dopo aver riottenuto la vista. In mezzo succedevano però tante, tante cose. Il trailer della seconda è ambientato in un 2016 in cui il presidente degli Stati Uniti non è Barack Obama e in cui la protagonista «ha fatto il salto». Se vi turbano le cose paranormali, le realtà alternative e le dimensioni parallele, forse è meglio starne alla larga.

26 marzo

Tre Ritorno al futuro
Ritorno al futuro, Ritorno al futuro – Parte 2 e Ritorno al futuro – Parte 3. Gli anni Ottanta, gli anni Cinquanta, gli anni del futuro senza strade e gli anni del vecchio West, con Marty McFly e Doc.

Bastardi senza gloria
Quel film di Quentin Tarantino con Brad Pitt che interpreta un americano, il tenente Aldo Raine, che prova a fingersi italiano a un evento pieno di nazisti.

29 marzo

Highwaymen – L’ultima imboscata
Il film in cui Kevin Costner e Woody Harrelson interpretano i detective che diedero la caccia a Bonnie e Clyde.

Osmosis
Quella serie di cui avevamo parlato dicendo che la trama sembrava quella di un episodio di Black Mirror. «OSMOSIS è un’innovativa app per appuntamenti in grado di decodificare l’amore vero e individuare partner tra loro compatibili al 100%. Qual è il prezzo da pagare quando si lascia scegliere ad un algoritmo la propria anima gemella?». È una serie francese.

Santa Clarita Diet: Stagione 3
La serie con Drew Barrymore su «una famiglia ordinaria che dà improvvisamente una svolta alla propria esistenza ritrovandosi al centro di un vortice di morte e distruzione». Parla di zombie, ma a modo suo.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.