Elseid Hysaj e Mario Mandzukic durante Juventus-Napoli della scorsa stagione (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 29 Settembre 2018

È una grande giornata di calcio

Brevi guide per chi la passerà sul divano, dal derby di Roma fino a quello di Madrid, con in mezzo due importanti scontri diretti in Italia e Inghilterra

Elseid Hysaj e Mario Mandzukic durante Juventus-Napoli della scorsa stagione (MARCO BERTORELLO/AFP/Getty Images)

Oggi il calcio europeo vivrà una delle giornate più fitte di eventi in questa stagione, con tante partite attese nei tre campionati più importanti: la Serie A, la Premier League e la Liga. La giornata è iniziata nel primo pomeriggio con il derby di Roma ed è proseguita con la partita di cartello delle ultime stagioni di Serie A, Juventus-Napoli. Mezz’ora dopo l’inizio del secondo anticipo italiano, a Londra è iniziata la partita tra Chelsea e Liverpool, dopo averlo battuto pochi giorni fa. Alle 20.30 l’Inter di Luciano Spalletti potrebbe approfittare degli scontri diretti per recuperare punti in classifica: può farlo perché affronta in casa il Cagliari. Il sabato del calcio europeo terminerà con il derby di Madrid, a cui Real e Atletico si presentano divise da due soli punti in classifica.

?? Serie A: Roma – Lazio (Sky Sport, ore 15)

Il derby di Roma, anticipo della settima giornata di Serie A, è stato vinto dalla Roma, che ha battuto 3-1 la Lazio. Allo Stadio Olimpico la Roma si è portata in vantaggio nel primo tempo con un gol di tacco di Lorenzo Pellegrini, da poco entrato in campo al posto dell’infortunato Javier Pastore. Si è poi fatta riprendere nella ripresa da un gol di Ciro Immobile favorito da un errore in difesa di Federico Fazio. Pochi minuti dopo però la Roma è tornata nuovamente in vantaggio con un preciso calcio di punizione dal limite dell’area avversaria del serbo Aleksandar Kolarov. A cinque minuti dal termine Federico Fazio ha chiuso di fatto la partita con un gol di testa. Grazie alla vittoria nel derby la Roma si è portata a un punto dalla Lazio in quarta posizione.

?? Serie A: Juventus – Napoli (Sky Sport, ore 18)

 

La Juventus ha vinto per 3 a 1 e ora è prima con 21 punti, sei in più del Napoli, la principale contendente per lo Scudetto. A passare in vantaggio è stato per primo il Napoli, con un gol di Dries Mertens al decimo minuto, dopo un ottimo inizio di partita della squadra ospite. Poi però la Juventus ha ripreso in mano la situazione, segnando al 26esimo con Mario Mandzukic. La Juventus è sembrata in controllo per buona parte del resto della partita, passando in vantaggio al 49esimo di nuovo con Mandzukic e poi segnando il gol del 3 a 1 al 76esimo con Leonardo Bonucci.

??????? Premier League: Chelsea – Liverpool (Sky Sport, ore 18.30)

Dopo aver raggiunto la finale di Champions League nella passata stagione, il Liverpool allenato dal tedesco Jürgen Klopp ha investito ancora per provare a migliorarsi e soprattutto per tornare a vincere una Premier League dopo 28 anni. L’investimento più importante è stato fatto per il portiere: Alisson Becker, considerato uno dei migliori nel suo ruolo, in special modo per riflessi, abilità nello smistare la palla alla squadra, è stato comprato per circa 60 milioni di euro dalla Roma. La difesa invece è rimasta tale e quale mentre il reparto che ha subito più cambiamenti è il centrocampo. Con l’infortunio di Chamberlain e il declassamento a rincalzo di James Milner, la squadra ha comprato Fabinho dal Monaco e Naby Keita dal Lipsia, due possibili nuovi titolari. Il reparto offensivo è stato rinfoltito con l’arrivo dell’esterno svizzero Xherdan Shaqiri, preso dal retrocesso Stoke City, e con il ritorno dell’attaccante inglese Daniel Sturridge. La squadra ha iniziato la stagione nel migliore dei modi: ha battuto il PSG all’esordio in Champions League ed è in testa alla Premier League con due punti in più del City.

Oggi però dovrà faticare, perché andrà a giocare in casa della squadra che in settimana l’ha battuta 2-1 in Coppa di Lega. Il Chelsea sembra abbia già assimilato bene i complessi schemi di Maurizio Sarri, ed è considerato una delle migliori squadre del campionato fin qui, nonostante sia partito da più lontano delle rivali, per via dell’ultima annata complicata. Nel mercato estivo ha comprato per 80 milioni di euro il portiere basco Kepa Arrizabalaga, che in questo modo è diventato il portiere più costoso di sempre, e due centrocampisti di qualità come l’italiano Jorginho e il croato Mateo Kovacic.

?? Serie A: Inter – Cagliari (Dazn, ore 20.30)

L’ultimo anticipo di Serie A si gioca stasera al Meazza di Milano, dove l’Inter può ottenere la terza vittoria consecutiva in casa dopo quelle contro Tottenham e Fiorentina. Dopo un complicato inizio di stagione, la squadra di Spalletti sta crescendo piano piano. Nelle ultime due settimane i risultati sono stati ottimi ma sul piano del gioco sono attesi ancora miglioramenti, i quali saranno probabilmente favoriti dalla crescente condizione fisica dei giocatori in squadra. Con una vittoria stasera potrebbe diminuire il distacco dalle squadre rivali, che giocano tutte in giornata, per poi prepararsi nelle migliori condizioni alla seconda partita di Champions League, mercoledì in Olanda contro il PSV Eindhoven.

Il Cagliari finora ha probabilmente ottenuto meno di ciò che avrebbe meritato sul campo. Con una vittoria, tre pareggi e due sconfitte, la squadra allenata da Rolando Maran è sedicesima con sei punti, quattro in meno dell’Inter. Sulla carta il Cagliari di quest’anno può ambire a una posizione migliore di quella ottenuta l’anno scorso: ha rinforzato la squadra soprattutto in difesa, dove sono arrivati gli esperti Ragnar Klavan, ex centrale del Liverpool, e il terzino croato Darijo Srna, ex capitano della sua nazionale.

?? Liga: Real Madrid – Atletico Madrid (Dazn, ore 20.45)

Il derby di Madrid vede due squadre che in classifica sono separate da appena due punti (dietro il Barcellona) e che nell’ultima giornata di campionato hanno ottenuto due risoltati opposti. Il Real Madrid ha perso 3-0 la prima partita di campionato tre giorni fa contro il Siviglia mentre l’Atletico ha vinto con lo stesso risultato contro l’Huesca, squadra ultima in classifica. Considerando anche il risultato della Supercoppa UEFA giocata in estate, vinta 4-2 dall’Atletico, l’impressione è che quest’anno il livello delle due squadre sia molto vicino. Ma Real e Atletico rimangono comunque due squadre profondamente diverse, che ogni anno alimentano una delle rivalità più sentite del calcio europeo.