• Italia
  • lunedì 28 Agosto 2017

L’autobus di Roma con la scritta contro i vaccini

Un autista di ATAC ha pubblicato su Facebook la foto della scritta "Vaccinati sto cazzo" sul display del bus, l'azienda ha minacciato "provvedimenti"

Domenica un autista dell’ATAC, l’azienda dei trasporti pubblici di Roma, ha raccontato su un gruppo Facebook di complottisti anti-vaccini di aver messo una scritta contro i vaccini sul display del suo autobus: “Vaccinati sto cazzo”. Poco dopo la pubblicazione della foto sul gruppo, un utente ha segnalato su Twitter ad ATAC la scritta e l’azienda ha detto che avrebbe indagato sulla vicenda.

Il post con la fotografia nel frattempo è stato eliminato dal gruppo, ma rimangono visibili altri post che lo richiamano. L’autista di ATAC, il cui post era pubblico, ha ricevuto numerose critiche e altri commenti ingiuriosi sul suo profilo Facebook. Il Foglio scrive che dopo aver pubblicato la foto sul gruppo, l’autista di ATAC aveva provato a giustificarsi, spiegando di non essere stato lui l’autore della scritta, ma dopo alcune ore ha preferito eliminare completamente il post e la fotografia.

Ieri ATAC ha pubblicato un comunicato sulla vicenda.

«Al termine dei necessari approfondimenti, l’azienda prenderà ogni provvedimento non solo a carico del conducente, ma anche di eventuali altri responsabili, che col proprio comportamento avessero favorito, in qualsiasi modo, la grave ed inaccettabile violazione dei regolamenti aziendali e conseguente danno all’immagine della società».

L’azienda – che offre notoriamente un servizio disastroso, e i cui dipendenti lavorano meno dei loro omologhi di Napoli e Milano – non ha ancora comunicato eventuali sanzioni nei confronti dell’autista.