• TV
  • lunedì 17 luglio 2017

Dove vedere Game of Thrones in tv e in streaming

La famosissima serie tv fantasy ricomincia stasera: le cose da sapere

L'evento di lancio a della settima stagione di Game of Thrones al Castello Sforzesco di Milano (Claudio Furlan/LaPresse)

La prima puntata della settima stagione di Game of Thrones – il nome italiano è il Trono di Spade, ma è meno usato – è stata trasmessa da Sky questa notte alle 3 in contemporanea con la messa in onda della serie negli Stati Uniti (tranquilli, niente spoiler). La settima stagione sarà composta da sette episodi e sarà la penultima, anticipando la stagione finale di sei episodi che arriverà nel 2018. Game of Thrones è sicuramente una delle serie più attese dell’estate, oltre ad essere probabilmente la serie fantasy più seguita e discussa dopo Lost. Dalla messa in onda della scorsa stagione è passato più di un anno e la trama della serie è sempre stata densa di eventi e colpi di scena: qui avevamo fatto un riassunto per arrivare preparati (che è utile anche per capirci qualcosa se non la guardate ma i vostri amici ne parlano sempre).

In Italia Game of Thrones è un’esclusiva di Sky: gli episodi in lingua originale, sottotitolati in Italiano, sono trasmessi su Sky Atlantic ogni lunedì alle 3 del mattino in contemporanea con la diretta negli Stati Uniti e poi in replica alle 22.15 dello stesso giorno. Gli episodi doppiati in italiano andranno in onda dal 24 luglio alle 21.15: quindi ogni lunedì, prima dell’episodio in inglese.

Game of Thrones si può vedere anche in streaming su Now Tv, il servizio streaming di Sky non legato all’abbonamento televisivo (qui avevamo spiegato come funziona). Per vedere Game of Thrones bisogna acquistare il “ticket” Serie Tv, che costa €9,99 euro al mese (ma ci sono molte offerte e la possibilità di una prova gratuita) e permette di vedere anche le stagioni passate, oltre che moltre altre serie, tra cui l’apprezzatisso sequel di Twin Peaks.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.