José María Callejón e Giorgio Chiellini nell'ultimo Napoli-Juventus di campionato (LaPresse - Gerardo Cafaro)
  • Sport
  • mercoledì 5 Aprile 2017

La finale di Coppa Italia sarà Juventus-Lazio

Il Napoli ha vinto ma non è riuscito a ribaltare il 3-1 dell'andata; la finale si giocherà il 2 giugno

José María Callejón e Giorgio Chiellini nell'ultimo Napoli-Juventus di campionato (LaPresse - Gerardo Cafaro)

Aggiornamento 22.45 – La Juventus ha eliminato il Napoli dalla Coppa Italia e giocherà quindi la finale contro la Lazio. La semifinale di ritorno è finita 3-2 per il Napoli, ma la Juventus ha passato il turno perché nella partita di andata aveva vinto 3-1 in casa. La finale di Coppa Italia si giocherà il 2 giugno.

***

Questa sera Napoli e Juventus giocheranno contro per la quarta e ultima volta in questa stagione. Domenica scorsa hanno giocato al San Paolo la loro seconda partita in campionato; stasera giocheranno il ritorno della semifinale di Coppa Italia. Per ora il bilancio fra le due squadre è di due vittorie per la Juventus — la prima in campionato e la seconda nell’andata della semifinale — e un pareggio, quello di domenica sera. L’andata della semifinale si è giocata a Torino più di un mese fa e si è conclusa con la vittoria per 3-1 della Juventus: questo risultato dà alla Juventus un certo vantaggio per la partita di ritorno, visto che per il passaggio del turno del Napoli, il risultato più comodo da ottenere è il 2-0. La squadra che si qualificherà per la finale è già certa di trovare la Lazio, che ieri sera ha eliminato la Roma.

Domenica sera, la terza partita stagionale fra le due squadre è terminata in parità. Poche altre volte in questo campionato si è vista una Juventus così in difficoltà e con un atteggiamento così prudente in campo. Al Napoli, che ha controllato la partita per lunghi tratti, sarebbe bastato essere più preciso in almeno una delle quattro grandi occasioni da gol che ha avuto. Fatto sta che, nonostante abbia mostrato un gioco ben al di sotto delle sue potenzialità, la Juventus non ha perso, ancora.

Domenica, la differenza tra la Juventus e il Napoli si è vista nei gol che il Napoli non è riuscito a segnare. I tre attaccanti del Napoli, che in questa stagione sono stati capaci di segnare 40 gol insieme, si sono trovati comprensibilmente in difficoltà ad affrontare quattro difensori fisicamente più forti come Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini e Asamoah. Anche per questo motivo, stasera Sarri potrebbe lasciare Mertens in panchina e mandare in campo del primo minuto il centravanti polacco Arkadiusz Milik, acquistato in estate proprio per aggiungere peso all’attacco ma infortunatosi seriamente ad ottobre. Milik è rientrato da circa un mese ma probabilmente non ha una condizione fisica ottimale. Quindi, il lavoro sugli esterni di Insigne e Callejon sarà ancora più importante del solito.

Rispetto alla partita di andata, anche a centrocampo potrebbero esserci dei cambi: il brasiliano Allan potrebbe essere sostituito da Piotr Zieliński, che offre più iniziativa di gioco e nei venti minuti disputati domenica sera è sembrato essere particolarmente in forma.

Massimiliano Allegri ha annunciato che la formazione titolare della Juventus sarà abbastanza diversa da quella vista domenica sera. Probabilmente ci saranno dall’inizio il portiere di riserva Neto, e poi Dani Alves, Benatia, Alex Sandro, Sturaro e Dybala, che domenica sono rimasti fuori o sono entrati a partita in corsa. Nella conferenza stampa di ieri, Allegri ha parlato anche delle critiche rivolte a lui e alla squadra per l’atteggiamento visto domenica sera al San Paolo. Ha risposto dicendo: «Siamo in un momento bello, manca un mese e mezzo alla fine della stagione, siamo primi in classifica in campionato e ci stiamo giocando la possibilità di raggiungere la finale di Coppa Italia e la semifinale di Champions. Più di questo non potevamo fare. La negatività è una cosa che detesto: negli ultimi anni la squadra ha raggiunto la finale di Champions League, ha vinto due Coppe Italia e due Scudetti ed è pienamente in corsa per tutto anche quest’anno. Se una volta pareggi non succede niente, l’importante alla fine è raggiungere i propri obiettivi».

Le probabili formazioni

Napoli (4-3-3) Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Milik, Insigne
Juventus (4-2-3-1) Neto; Dani Alves, Bonucci, Benatia, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Sturaro; Higuain

Dove vedere Napoli-Juventus

La partita verrà trasmessa in chiaro dalla Rai su Rai 1 e in diretta streaming su Rai Play, il portale multimediale della Rai accessibile da pc, tablet, smartphone e smart tv. Qui altre informazioni per vedere le partite in streaming nei modi più accessibili e convenienti.