• Sport
  • lunedì 22 Agosto 2016

La cerimonia di chiusura di Rio 2016

Foto della grande festa di questa notte allo Stadio Olimpico Maracanã: ci vediamo a Tokyo tra quattro anni

Le Olimpiadi di Rio de Janeiro sono finite domenica 21 agosto, dopo 16 giorni di gare e 918 medaglie assegnate. La cerimonia di chiusura, allo stadio Olimpico Maracanã, è stata una grande celebrazione dei Giochi appena finiti e della città di Rio, oltre che un’occasione per gli atleti che hanno gareggiato per fare un po’ di festa; si è conclusa con il simbolico passaggio di consegne tra la città di Rio e quella di Tokyo, che ospiterà le Olimpiadi del 2020 (tra le cose più belle di questo momento c’è il Primo ministro giapponese Shinzo Abe vestito da Super Mario). La cerimonia, in pratica, è stata una grande coreografia di balli e sfilate a cui hanno partecipato decine di ballerini, comparse e volontari. È andata bene ed è piaciuta, ma ci sono stati alcuni problemi: un black-out ha costretto gli organizzatori a usare i generatori per tutta la serata, ha piovuto molto e c’erano diversi posti vuoti sugli spalti dello stadio (un problema di tutte le Olimpiadi). Al passaggio di consegne con Tokyo, oltre a Shinzo Abe, hanno partecipato il sindaco di Rio Eduardo Paes, il presidente del Comitato olimpico internazionale Thomas Bach e la governatrice di Tokyo Yuriko Koike: alla fine della cerimonia la bandiera olimpica è stata piegata e consegnata agli ospiti delle prossime Olimpiadi. Ci vediamo a Tokyo.