Giocatori della nazionale francese durante un'amichevole contro la Russia il 29 marzo 2016 (FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 1 Maggio 2016

Guida completa agli Europei di calcio

Squadre, gironi, date, orari, tv, stadi e tutte le cose fondamentali da sapere per arrivare preparati al 10 giugno

Giocatori della nazionale francese durante un'amichevole contro la Russia il 29 marzo 2016 (FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

La 15esima edizione dei campionati di calcio europei si terrà in Francia dal 10 giugno al 10 luglio. È la terza volta che la Francia ospita la più importante competizione continentale per nazionali, dopo il 1960 (la prima edizione della storia) e il 1984. La competizione è stata assegnata alla Francia nel maggio del 2010, quando la sua candidatura venne preferita a quelle di Turchia e Italia. Gli Europei di quest’anno sono destinati a battere numerosi primati, in quanto sono i primi a essere disputati da 24 squadre: dal 1960 al 1976 partecipavano solo quattro nazionali, nel 1980 il torneo fu aperto a 8 squadre e nel 1996 ci fu la prima edizione a 16 squadre, la cui formula è terminata con gli Europei in Polonia e Ucraina del 2012. Dal 10 giugno quindi, vedremo 51 partite, venti in più del 2012, e secondo le stime della UEFA, gli spettatori negli stadi al termine della competizione saranno stati 2,5 milioni.

Molti pensavano che allargando la fase finale degli Europei a 24 squadre si sarebbero qualificate nazionali non tradizionalmente “forti” e il cambiamento avrebbe reso il torneo meno competitivo e interessante; a giudicare dalla composizione dei gironi sorteggiati però, sembra che non sarà così e che invece la nuova regola permetterà di assistere a un torneo più interessante, lungo e ricco: nel 1960 gli Europei furono probabilmente più competivi di quelli giocati nel 1980, ma nel 1960 quasi tutte le squadre del continente erano escluse, anche quelle di livello di poco inferiore alle prime quattro. Dopo la modifica del regolamento, gli Europei di Francia verranno giocati per la prima volta nella loro storia da Albania, Slovacchia, Islanda, Irlanda del Nord e Galles e per la seconda volta da Austria e Ucraina (che però esiste come stato indipendente da solo sei edizioni degli Europei). Molte di queste squadre sono composte da alcuni dei migliori giocatori attualmente in attività, come il capitano del Napoli Marek Hamsik, Gareth Bale del Real Madrid e David Alaba del Bayern Monaco.

Le squadre e i sei gironi

I gironi sono stati sorteggiati il 12 dicembre a Parigi. Ciascuno dei sei è composto da quattro squadre: si qualificheranno agli ottavi di finale le due migliori nazionali di ogni girone e le quattro migliori terze, cioè le quattro squadre che avranno concluso il proprio girone in terza posizione ma con più punti fra le terze classificate.

girone-a

girone-b

girone-c

girone-d

girone-e

girone-f

Le città ospitanti e gli stadi

Le città ospitanti degli Europei saranno nove, dieci se si conta anche Saint-Denis, comune della periferia di Parigi dove si trova lo Stade de France: Bordeaux, Lens, Lilla, Lione, Marsiglia, Nizza, Parigi, Saint-Denis, Saint-Etienne e Tolosa. A differenza dell’ultima edizione del torneo, quella organizzata da Ucraina e Polonia in cui gli stadi non erano ancora tutti completati il giorno dell’inaugurazione del torneo, i dieci impianti francesi che ospiteranno le partite sono tutti pronti da febbraio: cinque stadi sono stati ristrutturati mentre altri quattro sono stati costruiti da zero.

In questa pagina, le immagini dei dieci stadi che ospiteranno le partite degli Europei.

Le date e le fasi

La fase a gruppi inizierà il 10 giugno e terminerà il 22 dello stesso mese e le partite verranno giocate in tre diversi orari: alle 15.00, alle 18 e alle 21. Dal 10 al 22 giugno si giocherà ogni giorno: una sola partita nella giornata inaugurale, quattro nelle ultime due giornate e tre in tutte le altre, eccezion fatta per il 14 giugno, in cui ci saranno solo due partite. Gli ottavi di finale inizieranno il 25 giugno, dopo due giorni di pausa, e si concluderanno in tre giorni. I quarti sono in programma dal 30 giugno al 3 luglio, le semifinali il 6 e il 7 e la finale il 10.

Qui trovate il calendario completo, giorno per giorno.

L’albo d’oro degli Europei

Gli ultimi Europei, giocati in Ucraina e Polonia nel 2012, sono stati vinti dalla Spagna, che aveva già vinto quattro anni prima e nel 1964. La Spagna, insieme alla Germania, è la nazione che ha vinto più volte il trofeo. L’Italia ha vinto il torneo solo nel 1968 ed è stata sconfitta due volte in finale, nel 2000 per 2 a 1 dalla Francia e quattro anni fa per 4 a 0 dalla Spagna.

Francia 1960 – Unione Sovietica
Spagna 1964 – Spagna
Italia 1968 – Italia
Belgio 1972 – Germania Ovest
Jugoslavia 1976 – Cecoslovacchia
Italia 1980 – Germania Ovest
Francia 1984 – Francia
Germania Ovest 1988 – Paesi Bassi
Svezia 1992 – Danimarca
Inghilterra1996 – Germania
Belgio e Olanda 2000 – Francia
Portogallo 2004 – Grecia
Austria e Svizzera 2008 – Spagna
Ucraina e Polonia 2012 – Spagna

Il pallone e le maglie

Il pallone e le maglie che verranno utilizzati durante gli Europei sono stati presentati qualche mese fa (manca solo la seconda maglia dell’Irlanda, a essere precisi). Il pallone sarà fornito da Adidas e si chiama Beau Jeu (Bel gioco).

Belgium v Italy - International FriendlyClaudio Villa/Getty Images

Le maglie delle 24 squadre le trovate qua: Spagna, Turchia e Croazia hanno probabilmente le maglie più belle, mentre la prima dell’Inghilterra è praticamente identica alla seconda della Francia.

Il trofeo

Il trofeo che il 10 luglio, allo Stade de France di Saint-Denis, verrà dato in premio alla nazionale vincitrice degli Europei è la “Coppa Henri Delaunay”, chiamata così in onore del primo segretario generale della UEFA morto nel 1955 e ideatore dei campionati europei. La coppa è stata rinnovata nel 2008, mantenendo però la forma originale disegnata nel 1960.

FBL-EURO-2016-DRAWFRANCK FIFE/AFP/Getty Images

Dove vedere le partite degli Europei

In Italia solo Sky ha ottenuto l’esclusiva per trasmettere tutte e 51 le partite degli Europei, dalla gara inaugurale alla finale. La Rai invece ha comprato i diritti per trasmettere 27 partite, fra cui tutte quelle dell’Italia, una partita per ogni giornata dei gironi, quattro partite degli ottavi di finale, tutti i quarti, le due semifinali e la finale.