L'ex giocatore dell'Inter Dejan Stankovic durante i sorteggi di Champions League (FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 15 Aprile 2016

Le semifinali di Champions League

Sono state sorteggiate oggi: il Bayern Monaco giocherà contro l’Atletico Madrid e il Manchester City contro il Real Madrid

L'ex giocatore dell'Inter Dejan Stankovic durante i sorteggi di Champions League (FABRICE COFFRINI/AFP/Getty Images)

I sorteggi delle semifinali di Champions League si sono tenuti oggi nella sede UEFA di Nyon, in Svizzera, e le partite sorteggiate sono:

Manchester City – Real Madrid
Atletico Madrid – Bayern Monaco

Sono entrambe delle partite giocate da grandi squadre, anche se sembra esserci più attesa per Atletico Madrid-Bayern Monaco, due squadre allenate da allenatori molto diversi tra loro: Pep Guardiola è già considerato uno degli allenatori più influenti nella storia del calcio, a cui piace giocare un calcio offensivo con sistemi di gioco innovativi e per certi versi inediti. Diego Pablo Simeone invece, l’allenatore dell’Atletico, è riuscito a portare stabilmente fra le migliori d’Europa una squadra che nella sua storia aveva vinto poco e due anni fa riuscì a disputare anche una finale di Champions, poi persa contro gli storici rivali del Real Madrid. L’Atletico di Simeone gioca in modo molto aggressivo e spesso, dopo aver ottenuto il vantaggio, si chiude in difesa, come è successo nell’ultima partita contro il Barcellona: l’Atletico ha segnato il gol dell’uno a zero, ha resistito agli attacchi del Barcellona ed è riuscito a non prendere nemmeno un gol, nonostante avesse davanti un attacco formidabile formato da Neymar, Messi e Suarez.

Quest’anno il Manchester City allenato da Manuel Pellegrini si è qualificato alle semifinali di Champions League per la prima volta nella sua storia. Il Bayern Monaco e il Real Madrid invece hanno disputato le semifinali anche l’anno scorso, l’anno prima ancora, tre anni fa e nel 2012; il Real Madrid anche nel 2011. L’Atletico mancava dalle semifinali da un anno.

Le quattro squadre

Nessuna delle quattro squadre che sono state sorteggiate oggi sembra particolarmente più forte delle altre, come lo era il Barcellona l’anno scorso o il Real Madrid di due anni fa. C’è probabilmente una squadra più debole delle altre, il Manchester City, che però ha una rosa formata da giocatori molto forti. Il Bayern Monaco ha faticato più del previsto per eliminare i portoghesi del Benfica nei quarti di finale: ha vinto in casa l’andata 1 a 0 e ha pareggiato il ritorno per 2 a 2. Nel turno precedente aveva eliminato la Juventus solo ai tempi supplementari e dopo aver rischiato seriamente l’eliminazione, evitata solo nei minuti di recupero con un gol di Thomas Muller. Il Real Madrid è riuscito a rimediare alla sconfitta nell’andata contro il Wolfsburg vincendo 3 a 0 al ritorno e passando il turno con un risultato complessivo di 3 a 2. Il City ha passato il turno dopo essere riuscito a pareggiare 2 a 2 all’andata contro il Paris Saint-Germain e a vincere poi 1 a 0 in casa.

L’impresa più grande, fin qui, sembra averla fatto l’Atletico Madrid, che ha eliminato il Barcellona campione in carica di Neymar, Messi e Suarez nonostante la sconfitta per 2 a 1 nella partita di andata: mercoledì scorso è riuscito a vincere in casa 2 a 0.

Le regole del sorteggio

Il sorteggio delle semifinali è aperto, cioè non ci sono teste di serie e tutte le squadre presenti nell’urna si possono incontrare. Oltre al sorteggio delle partite, si è deciso anche quale delle due squadre che si qualificheranno alla finale giocherà in casa la partita conclusiva del torneo. Gli incontri di andata delle semifinali sono in programma tra il 26 e il 27 aprile; il ritorno tra il 3 e il 4 maggio. La finale si giocherà allo stadio Giuseppe Meazza di Milano il 28 maggio (ai sorteggi c’era anche il sindaco Giuliano Pisapia).