Giuseppe Lumia e Monica Cirinnà al Senato, 16 febbraio 2016 (Fabio Cimaglia / LaPresse)
  • martedì 16 Febbraio 2016

Le foto di martedì al Senato

Sono cominciate le votazioni del disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili, tra polemiche e proteste delle opposizioni sul "supercanguro"

Giuseppe Lumia e Monica Cirinnà al Senato, 16 febbraio 2016 (Fabio Cimaglia / LaPresse)

Martedì 16 febbraio è cominciata al Senato la discussione sulla legge Cirinnà, che propone di introdurre per la prima volta in Italia le unioni civili intese come «specifica formazione sociale». Il voto sul cosiddetto emendamento “canguro” – che, se approvato, farebbe cadere in un colpo solo quasi tutte le modifiche presentate dalle opposizioni – è stato rimandato. A inizio seduta la Lega Nord ha annunciato di voler ritirare la maggioranza dei 5mila emendamenti presentati mantenendone 580, chiedendo al Partito Democratico di ritirare il “supercanguro”. Il PD ha però deciso di mantenerlo e il M5S ha annunciato di non avere intenzione di votarlo, complicando le cose e sovreccitando la discussione.