Uno dei pullman Atm City Tour

Arrivare a Expo in pullman

Costa dieci euro – con andata e ritorno – e fa alcune fermate in giro per Milano: è un'alternativa alla metropolitana e al tram

Uno dei pullman Atm City Tour

Da lunedì 6 luglio c’è un nuovo modo per arrivare a Expo, oltre alla metropolitana, al tram e all’elicottero: l’ATM (Azienda dei Trasporti Milanesi) ha inaugurato il servizio di pullman Gran Turismo “City Tour”, che passa in città e arriva all’ingresso Est di Roserio, che si trova in fondo al Decumano.

I pullman partono da piazzale Cairoli – verso Foro Buonaparte, prima di Largo Callas – e arrivano a Expo in 45 minuti circa, poiché effettuano alcune fermate intermedie in cui possono salire altri passeggeri: le fermate sono a piazzale Cadorna (via Paleocapa 4), in Triennale (viale Alemagna, prima di via Moliere), vicino alla fermata Domodossola in corso Sempione 52 e in via Colleoni, prima di viale Scarampo. I pullman sono un mezzo alternativo alla metro, più turistico, perché il tragitto passa in mezzo alla città e così i passeggeri possono osservare Milano attraverso i finestrini.

Il costo del pullman è di 10 euro per andata e ritorno, nella stessa giornata: il prezzo rimane uguale per qualsiasi fermata a cui si scelga di salire. I biglietti – che vanno convalidati sul pullman – si possono comprare agli ATM Point di piazza Duomo, Centrale, Cadorna, Garibaldi, Loreto e Romolo, ma anche direttamente a bordo. Ogni giorno ci saranno 36 corse – una ogni 45 minuti circa – con circa 2.000 posti disponibili in totale, e il servizio è attivo dal lunedì alla domenica: il primo viaggio parte da piazzale Cairoli alle 9.30, l’ultimo alle 22.15, mentre l’ultimo pullman da Expo parte alle 23.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.