(© Zhang Bojun, via Photography of China)

Pattern di gente cinese

Zhang Bojun ha fotografato per sette anni folle di persone cinesi, e con le migliaia di foto raccolte ha costruito immagini fatte di motivi geometrici colorati

We - 6

Zhang Bojun è un fotografo cinese, nato nel 1964 nella provincia dello Heilongjiang.  Per circa sette anni Bojun ha scattato quotidianamente fotografie a gruppi e folle di persone cinesi, e le ha catalogate per colore. Le ha poi riassemblate con un software di post-produzione, per creare immagini larghe oltre un metro composte da tantissime persone che formano pattern diversi. Questa serie, che ha chiamato “We”, è stata in mostra alla Ofoto Gallery di Shangai, e può essere interpretata come puro esercizio formale oppure come analisi sociale delle abitudini dei cinesi. Bojun ha spiegato che per lui «ogni persona è uno specchio in cui posso vedere me stesso»: questo lo ha portato a comprendere «i meccanismi di sopravvivenza e le gerarchie sociali», e a riprodurli attraverso motivi geometrici.

Bojun ha spiegato:

Credo che tutte le cose facciano parte della vita, io taglio un segmento di vita e gli dò una nuova forma, e dopo molti spostamenti e aggiunte, il significato del tempo e dello spazio iniziale è totalmente sparito. E creo un nuovo scenario che differisce dalla realtà con queste forme e oggetti disposti con un mio ordine logico, e dal quale ottengo una nuova prospettiva per vedere la realtà.