• Mondo
  • giovedì 1 Agosto 2013

Snowden ha ottenuto asilo in Russia

Lo ha detto il suo avvocato alla stampa: la fonte delle inchieste su PRISM ha già lasciato l'aeroporto di Mosca dove si trovava dal 23 giugno

Alle 14 ora di Mosca Edward Snowden, la fonte delle inchieste su PRISM e i programmi di sorveglianza delle comunicazioni della National Security Agency degli Stati Uniti, ha lasciato l’aeroporto internazionale di Mosca in cui si trovava dal 23 giugno scorso. Il suo avvocato, Anatoly Kucherena, ha riferito la notizia alla stampa, aggiungendo che la richiesta di asilo temporaneo che Snowden aveva fatto alle autorità russe è stata accettata e durerà un anno.  

Kucherena ha detto che il posto in cui andrà Snowden verrà tenuto segreto, per motivi di sicurezza. L’agenzia Russia Today ha twittato una fotocopia del passaporto temporaneo ottenuto da Snowden, con scadenza 31 luglio 2014, e tenuto in mano dall’avvocato Kucherena.

WikiLeaks ha scritto che Snowden ha lasciato l’aeroporto di Mosca in compagnia di una sua collaboratrice, Sarah Harrison. WikiLeaks ha anche confermato di avere prestato assistenza a Snowden dalla sua permanenza a Hong Kong, e ha ringraziato il governo russo per avere protetto Snowden durante la sua permanenza nella zona di transito dell’aeroporto.