• Italia
  • martedì 2 ottobre 2012

Franco Fiorito è stato arrestato

Indagato per peculato, l'ex capogruppo del PdL in Lazio è stato trasferito in carcere stamattina dopo un'operazione della Guardia di Finanza

Franco Fiorito, consigliere regionale del Lazio ed ex capogruppo in regione del Popolo della Libertà, è stato arrestato dal nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza. Nell’ordinanza di custodia cautelare, scrive Fiorenza Sarzanini sul Corriere, “si evidenzia il pericolo di fuga e l’inquinamento probatorio. Sono in corso perquisizioni nelle sue abitazioni”, Fiorito è stato già trasferito in carcere. La Procura di Roma contesta all’ex capogruppo l’appropriazione di circa 1,3 milioni di euro, dice l’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Stefano Aprile. Al Messaggero risulta siano indagati anche due segretari dell’ex capogruppo.

Fiorito è stato al centro delle cronache politiche delle ultime settimane in Lazio: è indagato per peculato dalla procura di Roma, sospettato di avere utilizzato a scopi privati parte dei fondi destinati dalla regione per l’attività politica del gruppo consiliare. La vicenda ha portato lo scorso 27 settembre alle dimissioni del presidente della regione, Renata Polverini. Fiorito è indagato anche a Viterbo per calunnia e falso, insieme ai membri del coordinamento regionale del PdL. Fiorito potrebbe essere sentito dai magistrati già domani mattina.

Carlo Taormina, l’avvocato difensore di Fiorito, ha spiegato dopo l’arresto che “accanto a Fiorito mancano 70 consiglieri”. Secondo Taormina, inoltre, l’accusa di peculato “non è pertinente” perché il denaro fu consegnato a un gruppo espressione di un partito, equiparato a una associazione privata, che poteva quindi disporne. “Al massimo si può trattare di appropriazione indebita” ha concluso Taormina, annunciando ricorso al Tribunale del riesame.

foto: Roberto Monaldo / LaPresse

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.