• Mondo
  • mercoledì 11 Maggio 2011

Che cosa si sa di Gheddafi

Non si hanno sue notizie da giorni e i suoi sostenitori iniziano a chiedersi che fine abbia fatto

Gli ultimi bombardamenti condotti dalla NATO in Libia hanno colpito l’area di Tripoli dove si trova il rifugio di Muammar Gheddafi. Stando al racconto di alcuni testimoni, la notte scorsa in città si sarebbero udite cinque forti esplosioni nell’area del complesso in cui solitamente vive il leader libico, del quale non si hanno più notizie da alcuni giorni. Un portavoce della NATO ha ammesso di non poter confermare dove si trovi Gheddafi in questi giorni e se sia ancora vivo.

Il leader libico, spiegano sul Guardian, sarebbe scampato al raid aereo che una decina di giorni fa ha causato la morte di Saif al-Arab, uno dei suoi figli. Gheddafi riuscì a fuggire in tempo, mentre le bombe della NATO distruggevano l’abitazione dei suoi familiari. Per le strade di Tripoli i sostenitori del regime iniziano a chiedersi dove sia finito il loro leader. La sua assenza ai funerali del figlio e dei suoi tre nipoti rimasti uccisi nell’attacco era stata giustificata con ragioni di sicurezza, ma il prolungato silenzio di Gheddafi sta facendo sorgere molti dubbi sulla sua leadership, sulla sua salute e sulla possibilità stessa che sia ancora vivo.

Le autorità libiche che ancora controllano parte del paese hanno cercato di rassicurare chi ancora sostiene Gheddafi: il leader sta bene, ma è stato duramente colpito dalla perdita del figlio ed è quindi in un periodo di lutto e riflessione. Secondo alcune voci prive di qualunque sostegno se non la prolungata assenza pubblica, e molto riprese su tutti i media mondiali, Gheddafi sarebbe invece rimasto ferito nel raid della NATO che ha ucciso Saif al-Arab e per questo motivo non si sarebbe più fatto vedere né sentire. Difficile invece immaginare ragioni realistiche per cui una sua morte sarebbe tenuta nascosta.