• Mondo
  • sabato 12 marzo 2011

Le nuove foto del Giappone devastato

Quartieri sbriciolati, acqua ovunque, navi portate a terra, automobili trascinate via e impianti industriali in fiamme

La violenza del terremoto di magnitudo 8,8 e le onde anomale lungo la costa nord-orientale del Giappone hanno devastato ampie porzioni di territorio, causando la morte di centinaia di persone. Le stime sul numero delle vittime continuano ad aumentare, ora si parla di 1.700 morti anche se le autorità danno stime più basse e caute, mentre il livello di distruzione e le conseguenze dello tsunami sono evidenti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.