• lunedì 17 Gennaio 2011

Ryanair, illegittimo il costo di ristampa per la carta d’imbarco

La compagnia low-cost minaccia di abolire questo servizio, lasciando a terra chi perde il documento

Un giudice spagnolo ha dato ragione a un avvocato che si era presentato all’imbarco del proprio volo senza la stampa del check-in online, ed era stato costretto da Ryanair a pagare 40 euro per averne una nuova. La sentenza stabilisce che è un obbligo delle compagnie aeree quello di offrire gratuitamente i documenti necessari all’imbarco. La compagnia ha annunciato che farà appello, sulla base dell’accettazione da parte del cliente dei supplementi facoltativi al momento della prenotazione. Ha minacciato inoltre di non offrire più il servizio, negando quindi la possibilità di salire sull’aereo a chi si si presenti senza carta d’imbarco.