• venerdì 14 gennaio 2011

La lingua di Sarkozy

Un deputato accusa il presidente francese di parlare in maniera troppo scorretta

Nicolas Sarkozy è stato oggetto di un’interrogazione parlamentare per il suo linguaggio colorito e al limite delle regole grammaticali. L’accusa è addirittura quella di attentare alla cultura nazionale e alla sua reputazione. Il ministro dell’educazione Luc Chatel ha replicato difendendo Sarkozy, attribuendogli una spontaneità e una vicinanza alla gente che lo fa esprimere in forme “chiare e reali”. L’Economist ricorda comunque alcuni sforzi recenti di Sarkozy, che in un’intervista televisiva si è anche avventurato nell’uso di un congiuntivo imperfetto.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.