processo mediaset

I giudici Esposito e Silvio Berlusconi

I giudici Esposito e Silvio Berlusconi

L'incredibile storia del pm Ferdinando Esposito che andava a chiedere favori a Berlusconi mentre suo padre Antonio lo condannava nel processo Mediaset

Berlusconi affidato ai servizi sociali

Berlusconi affidato ai servizi sociali

Il tribunale di sorveglianza ha deciso che sconterà la condanna per evasione fiscale facendo assistenza agli anziani, sarà libero di andare a Roma tra il martedì e il giovedi

Berlusconi non merita i servizi sociali

Oggi il Tribunale di sorveglianza di Milano deciderà se Berlusconi sconterà un anno ai domiciliari o accederà all'affidamento ai servizi sociali [Continua]

Altro che "non poteva non sapere"

Altro che “non poteva non sapere”

Le motivazioni della sentenza della Cassazione dicono che c'è parecchio di concreto nella condanna a Berlusconi, scrive Luigi Ferrarella sul Corriere

Quanto resta a Berlusconi in Senato

Quanto resta a Berlusconi in Senato

Da ieri sappiamo qualcosa in più sull'iter per la sua decadenza dal seggio parlamentare: la giunta delle elezioni si riunirà il 9 settembre

Cosa succede ora a Berlusconi?

Cosa succede ora a Berlusconi?

Il Senato può votare la sua decadenza subito, senza aspettare l'interdizione; e non può andare in carcere nemmeno se lo chiedesse

Vediamo se il Pdl diceva sul serio

Parlano da mesi solo di pacificazione. Puntavano, dal giorno stesso dei risultati elettorali, sulle larghe intese con gli avversari storici. Si sono impegnati per dare al governo Letta addirittura la durata dell’intera legislatura. Hanno dichiarato totale adesione alla linea indicata

Confermata la condanna di Berlusconi

Confermata la condanna di Berlusconi

La Cassazione ordina soltanto di ricalcolare la durata dell'interdizione dai pubblici uffici, ma la condanna a 4 anni per frode fiscale è definitiva

Metodo Coppi, cambia tutto e non cambia niente

Abbiamo alle spalle vent’anni di vita politica condizionata dalle vicende giudiziarie di Berlusconi. Vent’anni durante i quali la strategia processuale dello scontro muro contro muro – l’imputato e i suoi avvocati contro le procure di mezza Italia – si è

Non è successo ancora niente

Non è successo ancora niente

Ma la Cassazione ha annunciato per le 19,30 circa la lettura della sentenza su Silvio Berlusconi e il processo per i diritti Mediaset

Mediaset, avvocato Coppi: Non chiederemo alcun rinvio

Mediaset, avvocato Coppi: Non chiederemo alcun rinvio

Roma, 30 lug. (LaPresse)– “Noi non chiederemo alcun rinvio”. Lo annuncia Franco Coppi, uno dei legali di Silvio Berlusconi prima dell’inizio dell’udienza in Cassazione sui diritti tv Mediaset. Il processo, davanti alla sezione feriale, deve iniziare. Nel Palazzaccio è arrivato

Evitiamo di morire per Berlusconi

Bisogna fare di tutto perché quella di Ugo Sposetti non diventi una profezia che si autoavvera. E cioè perché non sia comunque il Pd, con qualsiasi esito della camera di consiglio, a volare in pezzi a causa della sentenza della

Fine di mondo in tre, due, uno

Fine di mondo in tre, due, uno

La Cassazione deve decidere se confermare la condanna di Berlusconi a 4 anni e all'interdizione dai pubblici uffici: quali sono gli scenari in ballo

Berlusconi: «Non c’entro più niente con Mediaset»

Sabato 13 luglio il Giornale ha pubblicato un’intervista di Paolo Guzzanti con Silvio Berlusconi, in cui l’ex presidente del Consiglio ha parlato molto a lungo del processo Mediaset. Il processo è tornato di attualità in questi giorni dopo l’annuncio della

Schifani, la sentenza Mediaset e il governo Letta

Il capogruppo del Popolo delle Libertà al Senato, Renato Schifani, è stato intervistato questa mattina da Radio anch’io sul processo per le presunte irregolarità nella compravendita dei diritti tv Mediaset, in cui è imputato per frode fiscale Silvio Berlusconi. Il processo è arrivato

Le armi del Pdl sono spuntate

È successo un’altra volta. Di nuovo la confusione, la mancanza di guida e l’assenza di strategia da parte del Pdl si sono riversate sulle istituzioni, sul governo, sul parlamento e alla fine anche sul Pd. I democratici sono stati coinvolti