Simone Inzaghi e Marcelo Brozovic in Inter-Real Madrid (Marco Luzzani/Getty Images)
  • Sport
  • martedì 23 Novembre 2021

Tornano le coppe europee

Per le sette squadre italiane in corsa per la fase a eliminazione diretta sarà il primo bivio della stagione

Simone Inzaghi e Marcelo Brozovic in Inter-Real Madrid (Marco Luzzani/Getty Images)

A partire da martedì, con la penultima giornata dei gironi di Champions League, la stagione delle squadre di calcio italiane in ambito europeo prenderà una direzione o un’altra a seconda di come finiranno le prossime due giornate, che stabiliranno chi e come passerà alla fase a eliminazione diretta. Il bilancio finora è tutto sommato positivo ma nulla è ancora certo, tranne la qualificazione al turno successivo della Juventus, ottenuta già a inizio novembre.

In Champions League, oltre alla Juventus, ci sono anche Inter, Milan e Atalanta. Per ciascuna di queste squadre la qualificazione agli ottavi di finale vale un premio di 9,6 milioni di euro, senza contare i bonus per le prestazioni (2,8 milioni di euro a vittoria, 930mila a pareggio) e le quote variabili distribuite a fine torneo a seconda del percorso fatto.

In un momento economicamente negativo per tutte le squadre professionistiche, senza eccezioni, il proseguimento in Champions League può avere un impatto più positivo del solito sui bilanci, in leggera ripresa rispetto allo scorso anno ma messi ancora a rischio da possibili nuove restrizioni causate dalla pandemia.

Giorgio Chiellini e Wojciech Szczesny in Juventus-Chelsea (Valerio Pennicino/Getty Images)

Avanzare il più possibile in Champions League è l’obiettivo di tutte le partecipanti, e le eliminazioni possono avere un impatto sul resto della stagione. L’anno scorso, per esempio, l’Inter venne eliminata da ultima nel suo girone e non andò nemmeno in Europa League. Il risultato fu deludente, ma fece anche capire alla squadra quanto ancora dovesse migliorare. Dall’eliminazione in Champions League l’Inter reagì, e senza impegni oltre al campionato mise insieme una lunga serie di risultati positivi che a maggio la portarono a vincere lo Scudetto dopo undici anni di attesa.

Il Milan di oggi può dirsi in una situazione simile. Insieme al Napoli è stata la miglior squadra in Serie A dall’inizio di stagione, e alla tredicesima giornata è prima a pari merito. Può ambire allo Scudetto ma la Champions League finora ha detto che non è ancora in grado di mantenere alto il livello in due competizioni diverse: dopo quattro partite è ultima con un punto. La qualificazione agli ottavi è quasi proibitiva, e il Milan dovrà faticare anche solo per raggiungere il terzo posto che dà la qualificazione in Europa League, dato che deve giocare contro il Liverpool e mercoledì sera sarà in trasferta contro l’Atletico Madrid (si potrà vedere in esclusiva su Prime Video).

  1. Liverpool 12
  2. Porto 5
  3. Atletico Madrid 4
  4. Milan 1

La Juventus, invece, è già qualificata ma non è ancora sicura del primo posto, che nei sorteggi degli ottavi di finale dà il vantaggio di evitare le altre prime classificate (Bayern Monaco e Liverpool, per ora). Nello scontro diretto di martedì contro i campioni in carica del Chelsea è stata battuta con un pesante 4-0 e ora è seconda a pari merito. Per arrivare prima dovrà vincere l’ultima partita contro il Malmö e sperare che il Chelsea perda punti contro lo Zenit San Pietroburgo.

  1. Chelsea 12
  2. Juventus 12
  3. Zenit 3
  4. Malmö 0

Anche l’Atalanta ha giocato martedì sera, a Berna contro lo Young Boys. Ha pareggiato 3-3 ed è rimasta quindi al terzo posto nel gruppo F, a un punto dal Villarreal e quattro dal Manchester United già qualificato. All’ultima giornata si giocherà quindi la qualificazione a Bergamo contro il Villarreal, che dovrà per forza battere.

  1. Manchester United 7
  2. Villarreal 7
  3. Atalanta 6
  4. Young Boys 4

Infine c’è l’Inter, che dopo tre partecipazioni concluse sempre ai gironi ha l’opportunità di tornare agli ottavi per la prima volta dal 2012. Dopo quattro partite è seconda con 7 punti, due in meno del Real Madrid e uno in più dello Sheriff Tiraspol. Mercoledì sera (in diretta su Sky e Infinity) ospiterà a San Siro lo Shakhtar Donetsk allenato da Roberto De Zerbi, ultimo con un punto ma non ancora fuori dai giochi. Se vincerà e il Real Madrid non perderà contro lo Sheriff, la qualificazione agli ottavi sarà matematica.

  1. Real Madrid 9
  2. Inter 7
  3. Sheriff Tiraspol 6
  4. Shakhtar Donetsk 1

Ci sono poi le tre squadre italiane impegnate in Europa e Conference League, due tornei minori (trasmessi da Sky e Dazn) che però, oltre a mettere in palio la qualificazione a Champions o Europa League in caso di vittoria, possono essere un’opportunità per rimediare alle difficoltà in campionato. Per ora questo non è il caso del Napoli, che è primo in campionato e primo anche nel suo girone di Europa League, a un punto dalla seconda e due dalla terza.

  1. Napoli 7
  2. Legia Varsavia 6
  3. Leicester 5
  4. Spartak Mosca 4

Può esserlo di più per la Lazio, che in campionato ha avuto fin qui alti e bassi. In Europa League è seconda in un girone assai difficile con Galatasaray, Marsiglia e Lokomotiv Mosca. Giovedì sera avrà una partita decisiva a Istanbul contro il Galatasaray.

  1. Galatasaray 8
  2. Lazio 5
  3. Marsiglia 4
  4. Lokomotiv Mosca 2

La Roma invece gioca in Conference League, dove ha subito una pesantissima sconfitta per 6-1 contro i norvegesi del Bodø/Glimt. È al secondo posto nel suo girone e sulla carta è ancora la più quotata del torneo insieme al Tottenham. Giovedì sera gioca all’Olimpico contro gli ucraini dello Zorya Luhansk per assicurarsi la qualificazione.

  1. Bodø/Glimt 8
  2. Roma 7
  3. Zorya Luhansk 6
  4. CSKA Sofia 1

***

Il Post ha un’affiliazione con Dazn e Amazon e ottiene un piccolo ricavo se decidete di provare i servizi partendo dai link presenti in questa pagina.

– Leggi anche: La storia complicata di un logo perfetto