Jimmy Spithill, skipper di Luna Rossa dopo la vittoria nella quarta regata di semifinale di Prada Cup il 30 gennaio (Phil Walter/Getty Images)
  • Sport
  • sabato 30 Gennaio 2021

Come sta andando Luna Rossa

La barca italiana si è qualificata per la finale di Prada Cup e dal 13 febbraio gareggerà per arrivare alla Coppa America

Jimmy Spithill, skipper di Luna Rossa dopo la vittoria nella quarta regata di semifinale di Prada Cup il 30 gennaio (Phil Walter/Getty Images)

Con la quarta vittoria consecutiva nella semifinale di Prada Cup, sabato 30 gennaio la barca italiana Luna Rossa ha eliminato l’imbarcazione statunitense American Magic e si è qualificata per la finale contro i britannici di Ineos Team UK. Il vincitore della Prada Cup – il nuovo nome della competizione in passato conosciuta come Louis Vuitton Cup – sarà poi lo sfidante di Team New Zealand nella prestigiosa Coppa America, il più antico trofeo sportivo al mondo.

Le quattro vittorie consecutive contro American Magic hanno permesso a Luna Rossa di qualificarsi con anticipo alla finale di Prada Cup, che comincerà il 13 febbraio e come tutte le gare svolte fin qui si svolgerà ad Auckland, in Nuova Zelanda. Le vittorie di Luna Rossa sono state molto nette – solo una delle quattro regate è stata in qualche modo combattuta –, ma in qualche modo viziate dai grossi problemi avuti da American Magic dopo il brutto incidente del 17 gennaio, quando durante una regata dei gironi di qualificazione di Prada Cup la barca si era semi ribaltata e aveva rischiato di affondare.

L’incidente aveva lasciato un grosso buco nello scafo di American Magic e i sistemi elettronici usati per governare la barca erano stati resi inutilizzabili dall’acqua marina e hanno dovuto essere sostituiti integralmente. I tecnici e gli ingegneri di American Magic, aiutati da quelli delle altre squadre e da molti tifosi, hanno lavorato molto intensamente per riparare i danni e permettere alla barca di tornare a gareggiare in soli 11 giorni (in circostanze normali ci sarebbero volute probabilmente settimane), ma l’impressione di molti è che la barca e il suo equipaggio non abbiano più ritrovato la brillantezza necessaria per vincere regate così competitive. Le regate della semifinale, disputate venerdì e sabato, non hanno avuto storia.

Ora Luna Rossa avrà circa due settimane di tempo per migliorare la sua barca e arrivare pronta alla finale di Prada Cup, che si disputerà al meglio delle 13 regate, due al giorno per sei giorni, con un’ultima regata decisiva in caso di parità. Vincere la Prada Cup non sarà però facile. Nei gironi di Prada Cup, i cosiddetti round robin, Ineos Team UK (che aveva iniziato come sfavorito) aveva vinto tutte le regate contro Luna Rossa e American Magic, qualificandosi direttamente per la finale. Da allora Ineos Team UK ha inoltre potuto concentrarsi sul miglioramento della sua imbarcazione, che come tutte quelle di questa Coppa America è tra le più avanzate tecnologicamente della storia della vela e tra le più innovative, su cui ci sono ancora molti margini per sperimentare e migliorare.

Le barche dell’America’s Cup 2021 sono dei monoscafi classe AC75 lunghi venti metri e larghi cinque, caratterizzati da due ali mobili che spuntano dai lati della carena. Le ali (foils) regolano la stabilità del monoscafo e permettono di “alzarsi in volo” per arrivare a sfiorare i cento chilometri orari offrendo meno resistenza possibile all’acqua. Secondo il regolamento alcune parti delle imbarcazioni, come l’albero e l’impianto idraulico che muove le ali, sono uguali per tutti, ma nel complesso è stato lasciato molto spazio alla sperimentazione (Phil Walter/Getty Images)

Chi vincerà la Prada Cup sarà poi lo sfidante di Team New Zealand per la vittoria della Coppa America. Team New Zealand è una delle squadre più forti della storia recente del torneo, di cui ha vinto l’ultima edizione, nel 2017. È stato Team New Zealand, come da regole del torneo, a stabilire con lo “sfidante ufficiale” (Luna Rossa) i criteri di sviluppo delle imbarcazioni utilizzabili per questa Coppa America ed è quindi la squadra considerata favorita per la vittoria finale. Ha avuto più tempo delle altre per lavorare all’imbarcazione e nelle regate dello scorso dicembre – organizzate per prepararsi alla Prada Cup e alla Coppa America – è stata l’imbarcazione migliore.

– Leggi anche: Cos’è Ineos, che investe in calcio, vela, ciclismo e Formula 1