(ETTORE FERRARI - ANSA - KRZ)
  • martedì 4 febbraio 2020

Chi è Rula Jebreal, tra le presentatrici di Sanremo

La giornalista televisiva palestinese malvista dalla destra radicale italiana farà un monologo sulla violenza contro le donne

(ETTORE FERRARI - ANSA - KRZ)

Rula Jebreal è una giornalista palestinese conosciuta da molti anni nella televisione italiana ed è tra le presentatrici del Festival di Sanremo, dove nella prima serata ha recitato un monologo sulla violenza contro le donne. Jebreal, che ha 47 anni, è malvista dalla destra italiana, principalmente per le sue posizioni nettamente pro-Palestina: per questo, la sua partecipazione al Festival è stata accompagnata da prevedibili polemiche, alimentate tra gli altri da Matteo Salvini, che ancora prima che si sapesse di cosa avrebbe parlato aveva detto che non si deve usare il palco di Sanremo «per fare comizi».

– Potrebbe interessarti: L’inaspettato podcast del Post sul Festival di Sanremocon Matteo Bordone e un pezzo della redazione del Post

Jebreal è nata a Haifa, in Israele: suo padre era un imam di Gerusalemme con origini nigeriane; la madre di Jebreal si uccise quando lei era piccola «dopo un’infanzia di violenze tra i 13 e i 18 anni», ha detto in un’intervista a Vanity Fair spiegando la decisione del tema del suo monologo a Sanremo. Jebreal crebbe in un collegio di Gerusalemme e negli anni Novanta si trasferì in Italia grazie a una borsa di studio con la quale si diplomò in fisioterapia a Bologna.

Cominciò a lavorare nei giornali locali prima scrivendo di cronaca e poi di politica estera, e grazie al suo attivismo per la causa palestinese fece le sue prime apparizioni televisive all’inizio degli anni Duemila. Dopo aver trovato lavoro come redattrice a La7, iniziò una rapida carriera nella rete conducendo prima l’edizione notturna del telegiornale e poi l’edizione estiva del talk show mattutino Omnibus. Raggiunse però la vera notorietà collaborando con Michele Santoro nella trasmissione Annozero.

Oltre che per la sua carriera da giornalista televisiva e per il suo attivismo per la causa palestinese, Jebreal è conosciuta anche per la relazione che ebbe con il regista americano Julian Schnabel, quello di Basquiat Lo scafandro e la farfallacon il quale per alcuni anni formò una coppia piuttosto raccontata dai tabloid americani e piuttosto nota nel mondo dell’arte e della cultura newyorkese. Da uno dei diversi romanzi scritti da Jebreal, La strada dei fiori di Miral, Schnabel trasse il film Miral, con Freida Pinto. Jebreal e Schabal non sono più una coppia da molti anni: nel frattempo lei si è sposata – e poi divorziata – con il banchiere americano Arthur Altschul Jr.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.