• Cultura
  • martedì 12 Novembre 2019

17 spettacoli di stand up comedy da vedere su Netflix

Quelli più recenti e di cui si è parlato meglio, per orientarsi tra le decine e decine di comici disponibili sul catalogo

Da alcuni anni, Netflix si è mangiato il mercato della comicità televisiva all’americana, quella che anche in Italia viene definita con sempre maggiore familiarità stand up comedy. Sul catalogo del servizio di streaming si possono trovare gli speciali dei comici più famosi e importanti del mondo insieme a quelli di giovani semisconosciuti, e ci sono decine e decine di titoli, alcuni bellissimi e altri di qualità più dozzinale. Abbiamo raccolto alcuni di quelli di cui si è parlato di più e meglio negli ultimi anni, per orientarsi un po’ tra la sterminata raccolta che da qualche mese comprende anche gli spettacoli di tre comici italiani, che il Post aveva raccontato qui.

Dave Chappelle: Sticks and Stones

Dave Chapelle ha 46 anni ed è uno dei più famosi comici americani, che fa speciali televisivi fin da quando aveva vent’anni e che negli ultimi tempi ha fatto un grosso accordo con Netflix. È noto per dire cose sbagliate, rivendicandolo, una cosa che fa periodicamente arrabbiare qualcuno: il suo ultimo spettacolo non è da meno, specialmente la parte su Michael Jackson.

Whitney Cummings: Can I Touch It

Ha 37 anni, è di Washington e tra le altre cose è stata la protagonista della serie tv Whitney, andata in onda per due stagioni su NBC, e la creatrice della serie 2 Broke Girls. Il suo ultimo spettacolo su Netflix è uscito lo scorso luglio, e tutta la prima parte è su cos’è cambiato nell’anno dopo il #MeToo.

Bill Burr: Paper Tiger

Ha 51 anni e in molti lo conoscono per aver interpretato un ruolo secondario di Breaking Bad – Patrick Kuby, uno dei tuttofare di Saul Goodman –, anche se la cosa più importante che ha fatto è la serie di animazione F for Family di Netflix, che ha creato e nella quale doppia il protagonista. Anche lui è uno di quei comici che in questi ultimi anni, in cui la sensibilità generale sulla comicità è molto cambiata, ha deciso di cercare le cose più sbagliate e provocatorie da dire, e di dirle una dietro l’altra. È molto bravo a farlo. Paper Tiger è stato registrato a Londra, ed è uscito a settembre.

Tig Notaro: Happy to Be Here

Tig Notaro è una delle comiche più talentuose e apprezzate degli Stati Uniti, anche se la sua notorietà è un po’ di nicchia e non è una che riempie i palazzetti. Ha 48 anni e ha fatto una serie su Amazon Prime che si chiama One Mississippi, oltre ad avere recitato in Transparent. Tra le cose di cui parla più spesso c’è il suo aspetto mascolino e il suo cancro al seno.

Seth Meyers: Lobby Baby

Seth Meyers è il conduttore del Late Night with Seth Meyers su NBC, uno dei talk show americani più famosi, ma ci è arrivato dopo una lunga carriera da autore e comico del Saturday Night Live, dove cominciò nel 2001. Oggi è un pezzo grosso della televisione americana, ha già condotto gli Emmy e i Golden Globe, ed è tornato a fare uno speciale su Netflix registrato a Minneapolis e uscito a novembre: il titolo dipende dal fatto che il figlio di Meyers è letteralmente nato nell’ingresso del loro appartamento.

Joe Rogan: Strange Times

Joe Rogan è famoso principalmente per il Joe Rogan Experience, il suo podcast che esce più volte a settimana in cui fa delle lunghissime interviste a comici, politici, lottatori di MMA, scienziati eccetera. È quello in cui Elon Musk ha fumato una canna, per intenderci. Rogan è un tipo controverso: è un libertario di destra che dice di sostenere il diritto di espressione a tutti i costi, e che per questo motivo nel suo podcast ha dato più volte spazio a gente come Alex Jones, noto conduttore televisivo di estrema destra che ha messo in giro pericolose teorie del complotto. Rogan gode di una grande popolarità online, soprattutto su Reddit, dove ha uno stuolo di fan sfegatati al limite del culto. Ma in tutto questo è anche un comico molto capace e apprezzato, e il suo ultimo speciale su Netflix uscito l’anno scorso era piaciuto assai.

Ali Wong: Hard Knock Wife

È californiana, ha origini vietnamite e cinesi, compare in serie tv e programmi comici da diversi anni e uscì con il suo primo speciale su Netflix nel 2016. Recentemente ha doppiato uno dei personaggi principali di Tuca & Bertie e un personaggio secondario in Bigmouth, entrambe serie animate di Netflix, dove ha anche un altro spettacolo intitolato Baby Cobra. Ha registrato Hard Knock Wife incinta di sette mesi e mezzo.

Chris D’Elia: Man on Fire

Chris D’Elia ha 39 anni, ha recitato a fianco di Whitney Cummings in Whitney e in altre serie americane e comparirà nella nuova stagione di You, prodotta da Netflix. Ha due speciali su Netflix, Man on Fire è il più recente.

Hannibal Buress: Comedy Camisado

Ha iniziato qualche anno fa con l’Eric Andre Show sul canale Adult Swim, è comparso in Louie30 Rock ed è stato uno dei personaggi ricorrenti della serie Broad City. Ha 36 anni e non è ancora famosissimo, ma il suo speciale su Netflix – del 2016 – è piaciuto.

Sarah Silverman: A Speck of Dust

È una delle comiche più famose della sua generazione, con un passato al Saturday Night Live e un talk show andato in onda per un po’ sul servizio di streaming Hulu, I Love You, America with Sarah Silverman. Ha 48 anni e le piace parlare di temi controversi, anche quelli poco frequentati dai comici degli ultimi anni, riuscendoci molto bene.

Aziz Ansari: Right Now

È l’ultimo speciale di Aziz Ansari, il creatore e protagonista della serie Master of None, diventato famoso per il suo ruolo in Parks and Recreation. Fa il suo classico repertorio: relazioni, differenze culturali tra India e Stati Uniti, e un po’ di vocette (suo marchio di fabbrica, negli speciali di stand up). Right Now è stato diretto da Spike Jonze, cosa che l’ha reso piuttosto originale e apprezzato. Comincia con delle lunghe e serie scuse e riflessioni riguardo all’articolo che era uscito nel 2018 su un sito semisconosciuto (poi chiuso) che lo accusava di essersi comportato male a un appuntamento. Su Twitter se ne è parlato perché Ansari ha deciso di non scherzare sulla vicenda, cosa che secondo molti poteva fare (l’articolo fu molto criticato, e l’opinione di molti fu che Ansari era stato accusato ingiustamente).

Daniel Sloss: Live Shows

È scozzese, ha 29 anni ma è famoso già da una decina di anni, quando cominciò ad apparire nei club di Londra e in televisione. Su Netflix ci sono due suoi speciali, Dark e Jigsaw, nei quali tra le altre cose fa la classica parte del comico europeo che prende in giro gli americani.

Nanette

È stato probabilmente lo spettacolo di stand up comedy più discusso degli ultimi anni: l’ha fatto Hannah Gadsby, che viene dalla Tasmania e che prima di Nanette era conosciuta praticamente soltanto in Australia. Ma il suo spettacolo si fece notare subito, perché non è tanto stand up comedy quanto un monologo in cui racconta la sua storia (una storia di grandi sofferenze). Quando arrivò su Netflix fu recensito in maniera entusiasta dai più importanti giornali internazionali, e se ne parlò parecchio. Anche se, per l’appunto, non è davvero stand up comedy, come ha scritto anche sul Post Matteo Bordone.

Chris Rock: Tamborine

Chris Rock è uno dei più importanti comici mondiali degli ultimi vent’anni, da quando faceva il Saturday Night Live negli anni Novanta, che nella sua carriera ha fatto film (come Grown Ups) e serie (come Everybody Hates Chris), ha doppiato la zebra in Madagascar, ha fatto un sacco di speciali per HBO e nel 2005 e nel 2016 ha condotto gli Oscar. Tamborine è uscito l’anno scorso, ed è il primo spettacolo televisivo che ha fatto in dieci anni.

John Mulaney: Kid Gorgeus at Radio City

John Mulaney ha lavorato diversi anni al Saturday Night ed è ormai un pezzo piuttosto grosso, sia nel suo duo con Nick Kroll sia per il suo lavoro da doppiatore, nella serie animata Big Mouth e nel film Spider-Man: Into the Spider-Verse. Il suo speciale dell’anno scorso su Netflix è piaciuto molto, soprattutto per il segmento del “cavallo libero in un ospedale”.

Amy Schumer: Growing

Amy Schumer ha fatto film e serie, ha scritto libri, ha vinto molti premi ed è oggi una delle comiche più seguite degli Stati Uniti. Il suo ultimo speciale è uscito su Netflix quest’anno, e l’ha registrato durante la sua gravidanza, cosa di cui parla abbondantemente.

Gli italiani

Sono tre i comici italiani che hanno un loro speciale su Netflix: Francesco De Carlo, Edoardo Ferrario e Saverio Raimondo. Sono tutti e tre romani e sono della stessa generazione, anche se i loro stili sono molto diversi. Gli speciali sono usciti tutti quest’anno, e ne avevamo parlato qui.