• Sport
  • venerdì 25 Ottobre 2019

Le tappe del prossimo Giro d’Italia

Inizierà in Ungheria, passerà dalla Sicilia e andrà verso nord lungo la costa adriatica, per poi finire – dopo tante montagne – con una cronometro con arrivo a Milano

Ieri a Milano sono state presentate le 21 tappe dell’edizione 103 del Giro d’Italia, che si svolgerà tra il 9 e il 31 maggio, con partenza da Budapest, in Ungheria, e arrivo a Milano. Sarà la 14ª partenza dall’estero del Giro d’Italia (ma la prima dall’Ungheria) e la 78ª volta con arrivo a Milano. Tra partenza della prima tappa e arrivo dell’ultima i corridori percorreranno 3.579 chilometri, con un dislivello totale di oltre 45mila metri. Nel Giro d’Italia del 2020 ci saranno tre cronometro individuali (compresa quella del “Prosecco Superiore”, da Conegliano a Valdobbiadene) e sette arrivi in salita. Il punto più alto raggiunto dalla corsa – noto come Cima Coppi – saranno i 2.758 metri d’altezza dello Stelvio.

Il Giro d’Italia del 2020 inizierà con una cronometro di 8,6 chilometri per le strade di Budapest, seguita da due tappe pianeggianti, sempre in Ungheria. Da lì i corridori andranno – in aereo – in Sicilia, dove ci saranno altre tre tappe: compresa la Enna-Etna, evidentemente con arrivo in salita. Il Giro salirà verso nord lungo la costa adriatica – ci sarà un arrivo di tappa a Rimini, per ricordare i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini – e poi, tra la seconda e la terza settimana, arriveranno le montagne. Tra le tappe più dure ci saranno quella con arrivo a Madonna di Campiglio, dopo oltre 5mila metri di dislivello, e la Pinzolo-Laghi di Cancano, con in mezzo lo Stelvio. La 20esima tappa salirà fino ai 2.744  metri del Colle dell’Agnello, passerà in Francia per salire sul Col d’Izoard e tornerà in Italia per l’arrivo a Sestriere. L’ultima tappa sarà una cronometro di 16 chilometri da Cernusco sul Naviglio a Milano.