(EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)
  • lunedì 2 Settembre 2019

Lo sciopero di Ryanair a settembre, le cose da sapere

Lo hanno indetto i sindacati spagnoli e quello britannico per alcune date di settembre, ma la compagnia non ha comunicato quali voli saranno cancellati

(EMMANUEL DUNAND/AFP/Getty Images)

Da oggi, lunedì 2 settembre, fino a mercoledì 4 settembre ci sarà uno sciopero di piloti e e personale di terra di Ryanair nel Regno Unito, e un altro sciopero è previsto in Spagna per dieci date di settembre. Gli scioperi sono stati organizzati per protestare contro i licenziamenti e i mancati adeguamenti dei contratti di lavoro, con conseguenti disagi previsti in tutta Europa nel caso l’adesione agli scioperi dovesse rivelarsi alta. Per il momento Ryanair non ha comunicato quali voli saranno cancellati: il suo account Twitter ufficiale consiglia di controllare lo stato del proprio volo su questa pagina, dove sono segnalati quasi in tempo reale cambi di orari o cancellazioni.

I piloti britannici del sindacato BALPA protesteranno contro il dilungarsi delle trattative per gli adeguamenti dei contratti di lavoro. BALPA, che come gli altri sindacati è stato riconosciuto da Ryanair soltanto nel dicembre 2017, ha già scioperato ad agosto e sostiene che Ryanair non abbia mai voluto seriamente trattare pensioni, incentivi per la maternità e indennità. Nella mattinata di lunedì Ryanair ha diffuso un comunicato in cui dice che tutti i voli da e per il Regno Unito saranno eseguiti come da programma, quindi non ci saranno ritardi, cambi di orario o cancellazioni.

In Spagna invece i sindacati USO e SITCPLA protesteranno contro la chiusura delle basi di Gran Canaria, Girona, Tenerife Sur e Lanzarote — prevista a partire da gennaio 2020 — e il conseguente licenziamento di centinaia di assistenti di volo e piloti. Lo sciopero in Spagna durerà quasi per tutto il mese di settembre, in dieci diverse date: oltre all’1 e al 2 sono previsti altri scioperi il 6, 8, 13, 15, 20, 22, 27 e 29 settembre. L’account spagnolo di Ryanair ha comunicato che tutti i voli di questa mattina sono partiti secondo il programma, ma Il Giorno scrive che alcuni viaggi dall’aeroporto di Bergamo Orio al Serio e da Roma Fiumicino per la Spagna sono stati cancellati. Si consiglia quindi di controllare sempre lo stato del proprio volo.

Ryanair, che negli ultimi anni ha dovuto fare molte concessioni ai suoi dipendenti dopo una lunga serie di scioperi, ha criticato la decisione di BALPA, sostenendo che i nuovi scioperi non abbiano il sostegno dei piloti (che solo per il 50 per cento sono iscritti a BALPA) e che saranno dannosi per l’azienda e i suoi clienti.