Da "La casa di carta"

Un regalo di Natale al giorno: –3

Quelli che si fanno dal divano, senza nemmeno andare ad aprire al postino (al massimo accendendo una stampante)

Da "La casa di carta"

Ci sono quelli che ogni gennaio aprono un documento Excel, su cui annotano diligentemente quale regalo fare ad ogni amico e parente per il Natale successivo.
A ottobre li comprano.

E poi ci sono quelli che il pomeriggio del 24 dicembre, nel panico delle ultime ore, si trovano in un negozio pieno di gente a comprare i soliti calzini. Puntualmente, negli istanti prima di essere travolti da una famiglia con nonni e carrelli al seguito, si maledicono e si promettono: «L’anno prossimo i regali li compro in anticipo, su internet». Puntualmente, si ritrovano il 24 dicembre dell’anno dopo a essere travolti dalla stessa famiglia, che nel frattempo ha un bambino in più.
Visto che i primi sono supereroi e i supereroi se la cavano benissimo da soli, e visto che quelli della seconda categoria – gli umani, insomma – sono la grande maggioranza, il Post ha pensato a un piano di compromesso per cercare di salvarli.
Un regalo di Natale al giorno: per un mese, fino al 24 dicembre, vi suggeriamo un oggetto che si possa acquistare facilmente online e senza aspettare troppo. Uno solo al giorno, per non impegnarvi troppo: se può funzionare per qualcuno che conoscete, cliccate, comprate, e risolto. Se no, riproviamo il giorno dopo: non chiuderà la pratica-regali, ma speriamo di aiutarvi a smaltirne una parte. E se nel frattempo imbarchiamo qualcuno della mozione Flanagin, anche meglio.

Non c’è più molto tempo. Se volete comprare i regali di Natale che vi restano da fare senza entrare in un negozio c’è un’unica cosa su cui potete puntare a questo punto: detto brutalmente, soldi. Però impacchettati bene, eh, e magari – diciamo – indirizzati bene. In altre parole, potete regalare un buono per un abbonamento, per un viaggio, per un concerto oppure per acquistare delle cose su un certo negozio online – quest’ultima opzione potrebbe riuscire particolarmente gradita se ad esempio la persona a cui dovete fare un regalo legge tanti romanzi e non sapete quali non abbia ancora. La redazione del Post ha messo insieme una lista di carte regalo, così non dovete scervellarvi troppo:

le basi: un buono di Amazon, cioè la cosa più vicina ai soldi imbustati, per chi pensa che non stia bene o vuole assicurarsi che con i soldi non vengano acquistate cose illegali. Ci sono da stampare o completamente digitali (vengono mandati via email o via messaggio sul telefono il giorno che volete) e il loro valore massimo è 5.000 euro. Se la persona a cui volete fare un regalo preferisce i negozi fisici, potete regalarle una vera e propria “busta” digitale, ma solo se avete entrambi un account di Satispay, una app per pagare con il telefono (qui trovate tutte le informazioni);

un buono per i libri: della libreria online IBS, se la persona a cui pensate di regalarlo acquista molti libri online, della catena di librerie Feltrinelli se ne ha una vicina a casa; si possono stampare o mandare via email anche questi;

un buono per cosmetici, profumi e cose simili: come i libri, i prodotti per il corpo sono un regalo difficile da fare se si sa solo che in linea generale potrebbero piacere ma non si hanno informazioni più precise; Sephora propone carte regalo fisiche e digitali: per queste ultime il valore del buono è a scelta, sopra i 20 euro;

un buono per comprare vestiti: i siti di e-commerce che vendono vestiti sono tantissimi e molti offrono la possibilità di regalare un buono, tra quelli usati dai redattori del Post, per esempio, Asos (fino al valore di 250 euro) e Zalando, sia da stampare che digitale (sempre fino a 250 euro);

qualche mese di Netflix: sul sito di Euronics si può acquistare una carta regalo di Netflix digitale, da 1525 o 50 euro;

oppure di Spotify o di un servizio di streaming di audiolibri: in streaming si ascolta oltre che guardare, quindi potete anche regalare un abbonamento a Spotify Premium (ci sono da 1, 3, 6 e 12 mesi, a partire da 10 euro) oppure uno, tre, sei o dodici mesi di abbonamento a Storytel;

– un buono per concerti: concerti e spettacoli sono altre cose che si possono regalare senza uscire di casa, e se non sapete quale scegliere o quando la persona a cui dovete fare un regalo avrà tempo di andarci, potete scegliere un buono regalo di TicketOne: ce ne sono di tantissimi valori, da 10 a 250 euro;

– un biglietto per viaggiare in Europa: il regalo approvato dalla redazione di Konrad, la sezione di cose europee del Post, è un biglietto Interrail, quelli che permettono di prendere tanti diversi treni in uno o più paesi europei (fino alla fine dicembre c’è il 15 per cento di sconto); per fare un esempio, un mese di viaggi in treno in 30 paesi per un giovane fino ai 27 anni, in cui i giorni di viaggio effettivo sono 15, costa 320 euro;

un buono per comprare un volo: se già sapete che nel 2019 la persona a cui dovete fare un regalo dovrà fare dei viaggi in aereo, glieli potete regalare (anche solo in parte) con un buono regalo dell’agenzia viaggi online Volagratis. Il più semplice da usare è la Gift Card Open di cui si può scegliere il valore e che si può usare anche per prenotare un soggiorno in hotel.

Infine, una cosa che non è una carta regalo, ma si può comunque regalare anche all’ultimo momento: l’adozione a distanza di un alberoTreedom, una delle aziende italiane che nel 2018, secondo il Financial Times, hanno saputo usare bene la tecnologia, permette di fare una donazione affinché in qualche parte del mondo venga piantato un albero, sulle cui sorti i donatori o i destinatari del regalo vengono poi regolarmente aggiornati per email. Per questo Natale c’è anche un concorso: tutte le persone che “piantano” un albero entro la fine del mese possono partecipare a un’estrazione per vincere un viaggio per due persone in Tanzania.

L’unica cosa importante se volete regalare un buono regalo è che non sia il secondo o terzo anno consecutivo che ne regalate uno: ogni tanto l’impegno va dimostrato. Se poi proprio non avete alternative valide in mente, almeno cambiate il tipo di buono.

Qui poi ci sarebbero le altre idee del calendario dell’avvento consumistico del Post e alcune altre liste: forse per qualcosa siete ancora in tempo, altrimenti potete cercare idee per un giro dei negozi (fisici) dell’ultimo minuto.

– Regali che costano meno di 20 euro
– Regali tra i 20 e i 60 euro
– Regali tra i 60 e i 100 euro
– Regali per bambini
– Regali per adolescenti

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.