• Consumismi
  • Questo articolo ha più di quattro anni

Regali di Natale per adolescenti

E in generale per quelli che non sono più bambini (secondo loro, almeno)

Chiunque stia pensando ai regali di Natale è convinto che le persone per cui li sta cercando siano le più difficili da accontentare e da stupire. In realtà c’è solo una categoria veramente difficile da soddisfare: quella che quando viene interrogata in merito ai propri desideri risponde «boh, niente». Gli adolescenti, insomma (è uno stereotipo, ma c’è un fondo di verità, come per tutti gli stereotipi).

Anche per la redazione del Post è stato difficile capire a cosa potrebbero essere interessati gli adolescenti: i redattori hanno cercato di pensare a com’erano 10 o 15 o 20 anni fa e cosa avrebbero potuto desiderare che nel 2008, nel 2003 o nei primi anni Ottanta non c’era. Qualche idea ci è venuta, ma l’aiuto di un paio di giovani cugini è stato fondamentale. Ecco diciotto idee (più una).

Un paio di Vans. Sono in giro da più di 50 anni, e sono diventate di moda tra gli adolescenti – quelli degli anni Ottanta – grazie a un film in cui le indossava Sean Penn. Sono miracolosamente sopravvissute a corsi e ricorsi, e agli adolescenti – quelli di adesso – piacciono ancora. Esistono in moltissimi colori e in vari modelli ma quelle che vi segnaliamo sono in nero, perché col nero è più difficile sbagliare.
I modelli più amati sono tre: le Authentic (65 euro su Asos ma sono rimasti pochi numeri, su Amazon il prezzo varia dai 22 a 80 euro in base al numero, quindi date un occhio che magari siete fortunati), le Slip-on (65 euro su Asos, e sul sito ufficiale di Vans, dai 22 ai 99 euro su Amazon), ma soprattutto le Old Skool (75 euro su Asos, 80 euro sul sito ufficiale di Vans, su Amazon dai 46 ai 100 euro). Mal che vada le rivendono. (vari prezzi)

 

Una piccola cassaforte. Se l’adolescente ha un fratello minore ficcanaso da cui difendere le sue proprietà, o se voi genitori – con ammirevole lucidità e affetto – riconoscete il suo diritto ad avere un posto a voi inaccessibile in cui custodire quello che preferisce, regalategli una piccola cassaforte e siate onesti, consegnandogli entrambe le chiavi di emergenza. (35 euro, su Amazon)

 

Gli stivaletti Chelsea di Dr. Martens. Il marchio Dr. Martens ha quasi sessant’anni ma i suoi stivaletti continuano a essere di moda e finiscono nelle mostre del MoMA. Non escludiamo che alcuni adolescenti preferiscano modelli più particolari di Dr. Martens, come quelli con la zeppa e la cerniera (tra i 240 e i 400 euro, su Amazon) o quelli altissimi con il velcro (229 euro). Un’adolescente di nostra fiducia però ci ha detto che anche il meno vistoso modello Chelsea, quello con la suola standard e gli elastici laterali invece dei lacci, è molto desiderato. Esiste la versione con la cucitura classica, gialla, evidente (dai 175 euro su Amazon, a 185 euro sul sito di Dr. Martens) e la versione senza cucitura (dai 160 euro su Amazon, a 170 euro su Asos, a 185 euro sul sito di Dr. Martens). Avendo il 50 per cento di probabilità di sbagliare proprio su questo dettaglio, probabilmente sbaglierete. Dai 158 euro su Amazon c’è il modello con le cuciture evidenti fatto di pelle sintetica, che va bene anche per gli adolescenti vegani. (vari prezzi)

 

Tutina. Se proprio decidete di regalar loro un pigiama, almeno fateli ridere.
Esistono pigiami interi (o tutine, se preferite) per ragazzi e ragazze, anche cresciuti, a diversi livelli di stravaganza. C’è quello dell’onnipresente unicorno, (24 euro su Asos, 22 euro su Amazon), quello a forma di panda (dai 13 euro, su Amazon), quello stellato (52 euro su Asos), quello di Batman (46 euro, su Amazon), quello a orsetto (22 euro, su Asos), quello sobrio (32 euro su Amazon, 33 euro su Asos), quello natalizio (41 euro, su Asos). Se avrete successo finirà in una delle loro storie su Instagram, ma ovviamente non lo scoprirete mai. (vari prezzi)

 

Un romanzo che parla di loro. Millennials. Il mondo nuovo è un romanzo lungo e appassionante scritto da La Buoncostume, un gruppo di autori di Milano che ha ribaltato molti cliché del genere ragazzi-che-sopravvivono-in-un-mondo-distopico. All’inizio la trama sembra quella, ma ci si accorge man mano che le cose sono diverse da quelle che troviamo di solito in queste storie: perché è ambientato in posti come Trezzo sull’Adda, per esempio, ma anche perché ragazzi e ragazzini riescono a vivere in un mondo senza gli adulti anche senza scannarsi tra loro, e costruendo delle società e dei modelli di vita mica male. Ideale soprattutto per gli adolescenti nella fase «desidero che tu adulto smetta di esistere adesso, magari senza necessariamente morire», perché succede esattamente questo. (16 euro, su Amazon)

 

Una felpa di un marchio sportivo. Come su ogni cosa che riguarda gli adolescenti e in generale le persone, bisogna fare attenzione e avere un’idea di chi si ha davanti. Una felpa di Fila, Supreme (quella giusta), Champion, Adidas, Kappa o Nike può essere un regalo approvato ovviamente se e soltanto se l’adolescente in questione è tipo da indossare capi di abbigliamento sportivo di marca. Se li avete guardati più di due volte, dovreste saperlo. I modelli sono molto diversi, quindi dovete fare un po’ di ricerca per trovare quella che fa per voi, ma i prezzi sono mediamente accessibili. Per esempio, una felpa Adidas molto classica costa dai 35 euro in su, su Amazon (dipende dalla taglia), ma ci sono anche modelli meno tradizionali (80 euro, su Asos). La felpa Champion che hanno anche alcuni tra i più giovani redattori del Post si trova su Amazon a 28 euro. (vari prezzi)

 

Un marsupio. I genitori degli adolescenti di adesso l’avevano usato eccome, il marsupio, nelle loro vite. Probabilmente, e col senno di poi, si erano giurati che non ne avrebbero mai più avvicinato uno. Però era comodo, ed è tornato (è colpa della trap): ora è qui. Ce ne sono di vari modelli, di vari brand. Se avete a che fare con un adolescente che indossa volentieri abbigliamento sportivo (vedi sopra), quello di Nike può essere una buona soluzione (c’è nero, a 25 euro, e mimetico, a 15 euro), se no c’è quello di Kappa, rosso (35 euro, su Asos) o quello Fila dei colori Fila (25 euro, su JDSports). Se invece l’adolescente non ama l’abbigliamento sportivo, ce ne sono di più neutri, neri e lisci senza brand (14 euro, su Asos) o un po’ più elaborati (25 euro, su Asos). (vari prezzi)

 

Il più banale ma gradito. Una carta regalo per pagarsi qualche mese di abbonamento a Netflix (da 15, 25 o 50 euro). O un abbonamento a Spotify Premium (ci sono da 1, 3, 6 e 12 mesi, a partire da 10 euro), che permetterà loro di risparmiarsi (risparmiarvi) il ciclico ritorno di quella musichetta insopportabile che introduce le pause pubblicitarie, e potranno fare un sacco di skip. (vari prezzi)

 

Per gli adolescenti che si truccano (perché si truccano, anzi: avendo avuto a disposizione i tutorial di YouTube per imparare, lo fanno molto meglio degli adulti in circolazione). Gli adolescenti che ci hanno dato qualche consiglio ci hanno segnalato Fenty Beauty (il marchio di cosmetici della cantante Rihanna) e Huda Beauty come due brand di cosmetici molto desiderati. Se non avete idea della routine di trucco dell’adolescente in questione, il lucidalabbra di Fenty (19 euro su Sephora) può essere una scelta con un piccolo margine d’errore, come anche l’illuminante in polvere (35 euro, su Sephora) o in stick (24 euro, su Sephora), che le guance luccicanti sono la cosa del momento.
Se volete osare, provate a indovinare il colore giusto con un rossetto (19 euro, su Sephora). Per Huda potete andare su un rossetto liquido (24 euro, su Sephora). C’è anche un kit natalizio, a forma di bocca ovviamente (30 euro, su Sephora).
In alternativa potreste andare su una palette di ombretti, se l’adolescente li usa. Huda ne ha una in toni “nude” – neutri – con diciotto colori (64 euro, su Sephora), ma sono molto ambite le famose palette Naked del brand Urban Decay. (vari prezzi)

 

Disinfettante per smartphone. Considerato che gli adolescenti condividono tutto con il telefono, anche il cuscino e le lenzuola, e considerato che lo smartphone è uno degli oggetti più sporchi tra quelli che usiamo, consigliategli di pulirlo ogni tanto con un apposito detergente antibatterico. (9 euro, su Amazon)

 

Un concerto. È chiaro, per fare un regalo così dovete prendere in considerazione tutte le variabili. Dovete tenere presente l’età dell’adolescente in questione e la sua autonomia, dovete sapere se i suoi genitori (in caso non siate voi) sarebbero disponibili ad accompagnarlo o a lasciarlo andare da solo, o a portarlo nella città dove si terrà il concerto, se non è quella in cui abita. Ma soprattutto dovete conoscere i suoi gusti.
Per andare sul sicuro almeno sull’ultimo punto, una carta regalo di TicketOne può essere molto gradita. Ce ne sono quattordici, di importi diversi, dai 10 ai 250 euro, cosa che permette una certa flessibilità nel decidere che cifra si vuole spendere (15, 20, 25, 40, 50 euro: ci sono tutti). (vari prezzi)

 

Un libro utile. Il libro della vagina è un manuale su tutto ciò che si può dire dell’apparato genitale femminile scritto da due studentesse di medicina norvegesi, Nina Brochmann e Ellen Støkken Dahl. È scientificamente accurato e molto completo (alcune redattrici del Post decisamente adulte ci hanno trovato cose che non sapevano), più dal punto di vista della salute che dal punto di vista delle pratiche sessuali, ma c’è anche un po’ di quello: qui potete leggerne un estratto. È un libro da regalare con l’idea che sono informazioni di cui a un certo punto l’adolescente avrà legittimamente bisogno, ed è meglio che le trovi in un posto che gliele fornisce con esaustività, chiarezza e garbo. Evitate loro di affidarsi a Google, per queste cose. (15 euro, su Amazon)

 

Un parka col pelo. È un tipo di giaccone ancora molto desiderato dagli adolescenti (insieme al piumino del 1996 tornato di moda quest’anno). Quello più famoso è quello Woolrich, che però è anche il più costoso, di gran lunga (740 euro sul sito di Woolrich, oppure dai 518 euro su Amazon). Essendo un modello comune, in giro si trovano un po’ di alternative più economiche: dal modello kaki con il bordo di pelliccia sintetica bianca di Parka London (155 euro, su Asos), a quello con la fodera trapuntata (30 euro). (vari prezzi)

 

Il videogioco dell’anno. Ovvero Red Dead Redemption 2. È ambientato nel vecchio West nel 1899 ed è molto realistico. Il protagonista fa parte di una banda di fuorilegge: ha una propria storia principale ma si trova anche a vivere tante esperienze secondarie diverse. Se volete saperne di più, qui c’è una recensione. Ovvio: funziona solo se riuscite a staccarli da Fortnite. (60 euro, su Amazon, per Playstation 4)

 

Della cancelleria, ma bella. Se gli adolescenti per cui cercate un regalo sono persone che potrebbero apprezzare un quaderno bello da vedere – tanto lo usano, a scuola – potreste regalargliene uno bicolore con un bellissimo accostamento (13 euro, su Paperchase), un set di tre molto colorati con copertine astratte (7 euro e cinquanta, su Paperchase); altrimenti ci sono i classici Moleskine monocolore o a tema (13 euro, sul sito di Moleskine).

Se ha senso dell’umorismo, regalategliene uno con la copertina ricoperta di pelliccia (11 euro), se volete assecondare i suoi istinti peggiori, regalategliene uno che conferma i suoi sospetti (30 euro, su Paperchase). Se invece sapete che apprezzano molto questo genere di cose, al punto che un quaderno non basterebbe, regalategli un’iscrizione a Papergang, che ogni mese spedisce una scatola piena di oggetti di cancelleria – veramente bellissimi – del marchio inglese Ohh Deer (un’iscrizione di tre mesi costa 50 euro). (vari prezzi)

 

Qualcosa di Stone Islandil marchio italiano che adesso piace ai rapper, e quindi agli adolescenti. I giacconi di Stone Island cominciarono a piacere ai “paninari” e da lì alle sottoculture inglesi, negli anni Ottanta, poi arrivò Liam Gallagher negli anni Novanta, ora uno dei più grandi fan è Drake. Nonostante sia un marchio storicamente legato al rifiuto del mainstream, i suoi capi non sono economici. I famigerati giacconi partono dai 613 euro, i maglioni sono sui 200, le felpe sui 145, la t-shirt con il logo costa 83 euro. (vari prezzi)

 

Un orologio. Siamo sorpresi quanto voi. Pensavamo che gli adolescenti avessero superato questi oggetti primitivi e che usassero lo smarphone come unico strumento multifunzione. Invece per guardare l’ora hanno dimostrato interesse per i buoni vecchi orologi: ci hanno segnalato quelli delle marche Nixon, Cluse o Daniel Wellington, che forse vi sarà capitato di notare al polso di qualche celebrità su Instagram. I prezzi variano in base ai modelli. Il modello quadrato di Cluse in “rose gold” costa 119 euro, uno dei modelli più venduti di Nixon – “Time teller” – costa 99 euro (ma si trova a 82 su Amazon). I Daniel Wellington sono un po’ più costosi: il modello “Oxford” con il cinturino bicolore, ad esempio, costa 159 euro (su Amazon si trova a 99 euro).

 

Una sveglia che simula l’alba e il tramonto. Ora che abbiamo scoperto che gli adolescenti prendono in considerazione strumenti alternativi allo smartphone, e visto che il momento del risveglio è sempre traumatico e delicato per chi va a scuola, una sveglia che permette di scegliere l’intensità della luce che ti sveglierà, che simula il tramonto e che funziona anche da lampada (con varie opzioni: luce notturna calda, luce ambiente, luce di sette diversi colori) può essere un bel regalo. O forse è più un regalo per i genitori, che devono chiamarli quattordici volte ogni mattina. (38 euro, su Amazon)

 

Infine. L’ultimo consiglio che abbiamo avuto dagli adolescenti che abbiamo consultato è un sedile per giocare ai videogiochi di macchine sentendosi a bordo di un’auto di Formula 1. Costa 1138 euro, su Amazon. Ci ha lasciato un po’ perplessi, ma ve lo segnaliamo comunque per completezza, vedi mai. (decisamente troppo)

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Regali di Natale per bambini