• mercoledì 5 dicembre 2018

Regali di Natale per bambini

Libri illustrati, LEGO e anche un aspirapolvere Dyson: alcune idee per fare un regalo da zii

I negozi di giocattoli possono disorientare molto, soprattutto gli adulti senza figli che devono fare un regalo di Natale a giovani nipoti o figli di amici: ci sono scaffali altissimi pieni di scatole spesso ordinate per colore, tantissimi oggetti di cui non si conosce il nome se non si guardano i cartoni animati a colazione o alle 16.30, e prezzi piuttosto alti di cui non ci si spiega la ragione. Quando si chiede ai bambini cosa vorrebbero ricevere per Natale, rispondono citando giocattoli che hanno visto in una pubblicità (e che spesso non convincono gli adulti, posto che capiscano di che si tratta) oppure chiedono cose che dal loro punto di vista sono semplicissime – una cameretta nuova tutta per loro o un animale domestico – e che invece non lo sono.

Per dare qualche idea a zii veri e di fatto, una lista di più di dieci regali di Natale per bambini di varie età, quasi tutti a prezzi ragionevoli (alcuni sono pensati come regali cumulativi per fratelli e sorelle). Lo diciamo subito: ci sono molti libri.

Un bob. Se i genitori non sono molto apprensivi, un bob sarà un regalo gradito da tutta la famiglia – se ci sono programmi di vacanze sulla neve – mentre se i genitori sono apprensivi otterrete comunque il favore dei bambini e diventerete lo zio/la zia cool. In ogni caso va usato con un adulto. (età varie – 30 euro)

Libri su bambine che vivono avventure. Se i bambini a cui dovete fare un regalo guardano Netflix è probabile che abbiano visto la serie animata Hilda, arrivata sulla piattaforma di streaming a settembre: racconta le avventure di una bambina con i capelli blu che vive in un paese immaginario ma molto simile alla Norvegia e alla Svezia di oggi e nel corso della serie incontra alcuni esseri magici, come un gigante, diverse tribù di elfi, troll più o meno malintenzionati e un corvo parlante. La serie è tratta dai fumetti del fumettista britannico Luke Pearson. Ci sono anche in italiano, pubblicati da Bao Publishing, la casa editrice di Zerocalcare; dopo l’uscita della serie di Netflix poi DeAgostini ha pubblicato anche una versione non a fumetti (sebbene sempre illustrata) delle storie di Hilda: un romanzo per ragazzi insommaQui invece trovate il secondo dei fumetti; il primo è esaurito. (da 8 anni – 12,66 e 12 euro)

Bao ha anche pubblicato un fumetto per ragazzi più grandi che ha a sua volta per protagonista una ragazzina, vichinga peraltro, che vive avventure in cui c’entra la magia. Lo ha scritto e disegnato una fumettista italiana, Marta Baroni, e si intitola Uma del Mondo di Sotto. (da 12 anni – 15,30 euro)

Libri da ascoltare. Per i bambini a cui le storie piace molto ascoltarle invece si può regalare un abbonamento alla piattaforma di streaming di audiolibri Storytel, che ha un ricco catalogo per bambini (tra le altre cose ci sono anche le Fiabe sonore, che qualche genitore o zio ricorderà forse con nostalgia): un mese costa circa 10 euro, tre mesi 30, sei mesi 60 e un anno 120. Nel catalogo ci sono audiolibri delle storie di Disney, delle avventure del topo Geronimo Stilton oltre a raccolte di favole e classici come Peter Pan.

Piccoli kit per imparare le basi dell’elettronica. Tra le aziende che negli ultimi anni hanno proposto giocattoli educativi per insegnare la programmazione ai bambini, una di quelle che si è fatta notare di più è littleBits, una startup fondata dall’ingegnera canadese Ayah Bdeir. I suoi kit contengono componenti elettronici e schede per circuiti che, collegati insieme seguendo le istruzioni di una app, permettono di costruire piccoli sintetizzatori, robot, allarmi per proteggere un salvadanaio o un diario da intrusioni, ma anche guanti simili a quelli di Iron Man. La maggior parte dei kit costa più di cento euro ma ce ne sono anche da meno: per esempio, questo per costruire una piccola macchina da bolle di sapone costa 50 euro. Qui potete vedere come funziona.

Da regalare a bambini con genitori un po’ “smanettoni”, come si dice, o che comunque hanno tempo per dedicarsi a imparare una cosa con i propri figli. E attenzione: le istruzioni sono in inglese. (da 8 anni)

Un libro che non si lecca. Per restare in ambito scientifico, ma spostandoci su quello della biologia, segnaliamo un librino che spiega ai bambini più piccoli cosa sono i microbi e in particolare quanto sono piccoli e dove si trovano. Si intitola Non leccare questo libro e su alcune delle sue pagine sono riprodotte fotografie al microscopio di superfici molto comuni, compresa quella della carta (e ok, a dire la verità sul retro se ne può leccare un pezzettino). Qui potete vedere come inizia. (da 4 anni – 11 euro)

Un aspirapolvere di Dyson. Se i bambini a cui dovete fare un regalo sono appassionati di pulizia (non dubitate, esistono: o magari lo diventeranno dopo aver letto il libro sui microbi) vale la pena puntare in alto, con un aspirapolvere di Dyson. Giocattolo, ovviamente. Ce ne sono di diversi modelli e prezzi e un po’ aspirano davvero: questo costa 30 euro. (da 3 anni)

Regali spaziali. Dalla redazione Spazio del Post arrivano altri suggerimenti. Per i bambini più piccoli (3-4 anni), questo libricino cartonato con cui scoprire cos’è e come funziona la Stazione Spaziale Internazionale, e soprattutto com’è la vita degli astronauti che vivono al suo interno; è uno di quei libri in cui tirando o ruotando alcune linguette si svelano parti nascoste delle illustrazioni. Potete regalarlo in abbinamento al Diario di un’apprendista astronauta di Samantha Cristoforetti ai genitori, così sapranno rispondere bene a richieste di chiarimenti su temi importanti come i metodi per fare la cacca nello Spazio. (10 euro e 19 euro)

A bambini più grandi, tra i 7 e i 12 anni, si possono invece regalare i LEGO. La maggior parte delle scatole a tema Spazio sono anche a tema Star Wars, quindi non molto realistiche, ma su Amazon si può ancora comprare una scatola da 30 euro con cui costruire uno shuttle, una stazione lunare o un rover. La redazione Spazio, nella sua predilezione per i LEGO, non approva tanto i Playmobil, che però secondo alcuni redattori non devono essere considerati alternativi ai LEGO ma complementari. Per questo, per bambini dai 6 anni in su, consigliamo anche questo mezzo di esplorazione marziana di Playmobil: ha una trivella come InSight. Costa 38 euro e per giocarci bene servono due pile AAA.

Un’altalena. Non si potrà usare ancora per qualche mese ed è necessaria la presenza di un giardino da qualche parte – a meno che non si abbiano grandi spazi in casa – ma anche questo è un regalo che potrebbe avere un grande successo: un’altalena a forma di palla, più semplice da installare di quelle comuni perché si appende con un’unica corda. Viene venduta insieme alla corda, a un moschettone e a un tirante, già gonfiata. C’è gialla, rossa, verde o blu e può sorreggere fino a 100 chili. (da 3 anni – 151 euro)

Altri LEGO, sempre LEGO. Obiettivamente è un regalo con cui non si può sbagliare (anche se per caso lo si ingerisce), il difficile è solo scegliere la scatola su cui puntare. Per questo ne abbiamo selezionate alcune noi, lasciando stare quelle a tema Star Wars, Harry Potter o Ghostbusters che potrebbero non piacere a tutti i bambini. La prima è quel grande classico dell’ospedale di LEGO City, che costa 73 euro su Amazon. Se si vuole spendere meno si possono prendere in considerazione il laboratorio nella giungla (da 7 anni, 40 euro) oppure una scatola generica, per costruire quello che si vuole, ma con la possibilità di inventarsi costruzioni con le ruote (da 4 anni – 28 euro).

E DUPLO. Per i bambini troppo piccoli per i LEGO veri e propri poi ci sono i DUPLO, quelli con i mattoncini più grossi. Il grande treno merci ha una locomotiva con un piccolo motore elettrico (le batterie vanno prese a parte) e inserendo alcuni mattoncini allungati speciali lungo i binari gli si danno alcuni comandi, ad esempio di fare il “ciuf-ciuf”. Poi per il prossimo compleanno si possono aggiungere altri binari. (2-5 anni – 114 euro)

Bambolotti su cui investire. A un certo punto del brainstorming redazionale con cui è stata messa insieme questa lista di idee per regali per bambini è stata pronunciata la parola «Corolle» e due redattrici hanno subito mostrato un grande entusiasmo: dopo sono passate a raccontarsi com’erano le loro bambole Corolle e come ci giocavano, per poi andare a guardare le versioni di oggi e sentirsi come se non fosse cambiato nulla.

Tra le altre cose hanno anche convenuto sul fatto che a più di vent’anni di distanza da quando le ricevettero le loro bambole Corolle – tuttora conservate con cura – sono in ottima forma e ci si potrebbe giocare anche oggi. Solo hanno perso quell’ottimo profumo dei primi anni. In ogni caso, non si poteva non metterle nella lista. I bambolotti del modello Calin, lunghi 30 centimetri, sono adatti per tutti i bambini con più di due anni e mezzo e su Amazon hanno prezzo compreso tra i 35 e 45 euro.

Una tombola per imparare nuovi nomi di animali. Una delle redattrici del Post conosce una bambina che ha paura dei cartoni animati ma adora i documentari sugli animali, anche quando un leone sbrana una gazzella. Dato che le hanno già regalato tutti i cofanetti dei documentari Planet Earth, per lei e i bambini come lei consigliamo una tombola a tema animali dell’oceano, che oltre ad animare la cena di Natale in famiglia può servire a imparare il nome di nuovi animali. È in inglese, quindi servono genitori molto preparati a distinguere gli animali. (36 euro)

Uno zaino per andare in montagna. Quando si è bambini si cerca di imitare gli adulti in molti modi e, per esempio, si è affascinati da borse e zaini: finché non ci si rende conto che portarseli in giro non è un granché. In ogni caso arriva un momento in cui bisogna imparare ad aver cura delle proprie cose, soprattutto nelle famiglie in cui si organizzano molte gite in montagna. Una redattrice del Post che ha una famiglia così ha regalato questo zaino per bambini a un cuginetto. (31 euro)

Verdure da mordere. Un regalo per bambini molto piccoli, quelli che hanno solo qualche dente e hanno fastidio alle gengive perché gliene stanno spuntando altri. Sono massaggiagengive di lattice fatti a forma di broccolo, carote e foglia di cavolo, tra le altre cose: la speranza è che oltre ad alleviare i fastidi della dentizione abituino anche i bambini a mettere in bocca cose verdi. Li produce una startup di Barcellona e sono abbastanza costosi nel loro genere; si trovano anche su Amazon. (16 euro senza spese di spedizione)

Una casetta sull’albero, per giocattoli. Ci sono bambini che dei LEGO apprezzano quasi solo la parte del gioco in cui si costruisce, mentre altri che si divertono soprattutto ad ambientare avventure nelle case, nelle fattorie e lungo le ferrovie che hanno costruito. Per questa seconda categoria di bambini, e in particolare per quelli che non hanno grande interesse nella fase di ingegneria edile, si possono prendere in considerazioni casette e fattorie già fatte, con cui ci si può dedicare direttamente all’arredamento o all’invenzione di storie. Una perfetta per trovare spunti narrativi è la casa sull’albero di Schleich, l’azienda tedesca che produce quelle statuine di animali molto realistiche. (3-8 anni – 58 euro)

In alternativa ci sono le casette dei Sylvanian, che qualche bambino degli anni Ottanta ricorderà: sono quegli animaletti antropomorfi con la superficie vellutata, vestiti come ci si immagina ci si vestisse in un vecchio paesino di campagna inglese. Se il bambino a cui dovete fare un regalo ci gioca, il cottage “base” contiene un personaggio, un letto, una piccola cucina, un tavolo e due sedie. (da 3 anni – 32 euro e 50)

Un libro sugli alberi. Per restare in tema, una enciclopedia illustrata per imparare delle cose sugli alberi, che generalmente rispetto agli animali non ricevono molta attenzione. Si chiama Il regno degli alberi, parla anche degli animali che ci vivono sopra e dei mestieri in cui si usa il legno. Pensato per tutti quegli zii e zie che quando gli viene chiesto come si chiama questa o quella pianta non sanno che rispondere e pensano che sarebbe stato bello impararne il nome da bambini. (20 euro)

L’anatra mandarina. Infine se anche voi e i vostri amici vi siete appassionati all’anatra di cui parlano tutti a New York e vi piacerebbe narrarne le gesta a qualche bambino, potete scegliere come regalo una sua morbida e piccola (alta 14 centimetri) riproduzione insieme alla promessa di portarlo a vederne una dal vivo: per esempio nel parco della Reggia di Monza. (15 euro)

Se poi i bambini a cui vorreste fare un regalo sono troppo piccoli per apprezzare libri e altri oggetti, potete sempre fare un regalo (utile) ai loro genitori:

Cose davvero utili da regalare a un neo genitore

***

Disclaimer: su alcuni dei siti linkati negli articoli della sezione Consumismi il Post ha un’affiliazione e ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi. Ma potete anche cercare le stesse cose su Google.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.