• Sport
  • domenica 16 settembre 2018

I primi due gol di Ronaldo in Serie A

Sono arrivati alla quarta giornata di campionato, nella vittoria della Juventus sul Sassuolo

Cristiano Ronaldo esulta dopo il primo gol segnato al Sassuolo domenica pomeriggio (Emilio Andreoli/Getty Images)

Domenica pomeriggio l’attaccante portoghese Cristiano Ronaldo ha segnato i suoi primi due gol in Serie A: al 50mo e al 65mo di Juventus-Sassuolo, partita della quarta giornata di campionato, finita 2-1. I gol di Ronaldo sono arrivati dopo un’attesa durata tre giornate, un po’ inaspettata per l’impazienza di vederlo segnare in Italia, ma non così strana se confrontata con il suo rendimento nelle passate stagioni in Spagna. I due gol di Ronaldo hanno determinato la quarta vittoria in campionato su quattro partite della Juventus, che con dodici punti è già in testa alla classifica in solitaria.

 

Nel primo tempo il Sassuolo — da quest’anno allenato da Roberto De Zerbi — ha giocato tutto sommato bene, resistendo agli attacchi della Juventus e giocando un calcio fisico e a tratti falloso. La Juventus non è riuscita a rendersi molto pericolosa, ma poco dopo il rientro dagli spogliatoi Ronaldo ha segnato il gol del vantaggio, ribattendo in gol a pochi centimetri dalla linea di porta un pallone che rimbalzando sul palo dopo un goffo retropassaggio di testa di un giocatore del Sassuolo. Forse non serviva Cristiano Ronaldo per segnarlo, ma intanto è stato il primo.

Un quarto d’ora dopo è arrivato il secondo gol di Ronaldo, quello del momentaneo 2-0, su un contropiede in cui la Juventus si è ritrovata in netta superiorità numerica.

 

Nell’ultima mezz’ora di gioco Ronaldo ha sbagliato due occasioni facendo uscire la palla di poco a lato da distanza ravvicinata. Al 91mo minuto, Khouma El Babacar ha segnato di testa il gol del 2-1. Nella stessa azione, l’attaccante della Juventus Douglas Costa è stato espulso per aver prima dato una gomitata intenzionale e poi per aver sputato in faccia a Federico Di Francesco del Sassuolo. Con ogni probabilità riceverà una squalifica di almeno tre giornate.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.