James Franco ha 40 anni

Ha fatto tante cose, alcune belle altre meno, nel cinema e non solo: di certo è un personaggio che ha fatto spesso parlare di sé

Un ritratto di James Franco al Sundance Film Festival, Park City (Utah), 24 gennaio 2015 (Larry Busacca/Getty Images)

starJames Franco compie oggi 40 anni. Ancora non si è deciso come definirlo: per qualcuno è un attore mediocre, sopravvalutato perché bello; per altri ha un grande potenziale, finora però espresso solo in parte. Franco ha recitato in film apprezzati e impegnati e ha già fatto in tempo a vincere due Golden Globe, anche se allo stesso tempo ha partecipato a film piuttosto stupidi e brutti. Oltre a essere un attore, ha mostrato di essere anche un personaggio di quelli di cui si parla sulle riviste di spettacolo e nelle sezioni di gossip. È uno che dà l’idea di aver avuto una vita piuttosto intensa e che negli ultimi 15 anni ha fatto più volte parlare di sé: non solo per cose di cinema e non solo per cose belle.

Franco è nato a Palo Alto, in California, il 19 aprile 1978, sette anni prima del fratello Dave, anche lui attore. Abbandonò gli studi all’università, quando aveva dato solo qualche esame, per andare a Los Angeles e mettersi a recitare. Alla fine degli anni Novanta trovò il suo primo lavoro in questo campo: interpretò Elvis Presley per una pubblicità di Pizza Hut. Il ruolo con cui cominciò a farsi conoscere fu quello nella serie tv Freaks and Geeks, in cui interpretò Daniel Desario.

Nel 2001 arrivò il ruolo per cui Franco iniziò a essere considerato non solo un belloccio buono per le commedie e i film romantici: interpretò James Dean in un film per la tv e vinse un Golden Globe.

Più avanti nella sua carriera ha alternato film di vario tipo: ha recitato in tre Spider-Man, in L’alba del pianeta delle scimmie e in Il grande e potente Oz (in cui ha interpretato il grande e potente Oz). È stato Tristano nel Tristano e Isotta di Kevin Reynolds, ha interpretato un pugile in Annapolis e Allen Ginsberg nel film Urlo. A film impegnati, drammatici e indipendenti – Milk, Spring Breakers, 127 ore – ha alternato film molto più leggeri, spesso fatti insieme all’amico Seth Rogen.

Franco ha recitato in Strafumati e Facciamola finita, dove ha interpretato se stesso. Il suo film leggero di cui si parlò di più fu però The Interview, che divenne un caso politico internazionale, perché c’entrava l’uccisione di Kim Jong-un.

Più di recente Franco ha recitato nelle serie 22.11.63 e The Deuce – La via del porno e ha diretto e interpretato The Disaster Artist, il film su uno dei film più brutti di sempre, per il quale ha vinto un Golden Globe come Miglior attore.

Franco, il cui film preferito è Belli e dannati, ha diretto anche altri film, tra cui As I lay Dying, tratto da un romanzo di William Faulkner, e Child of God, tratto da un libro di Cormac McCarthy. Ha co-diretto anche il suo prossimo film: Future World, che ancora deve uscire in Italia.

Questa era la storia delle più importanti cose fatte da Franco nel cinema, ma ne ha fatte anche diverse altre altrove:

– Ha un brevetto di volo, preso mentre si preparava a girare Giovani aquile. Sì, è uno di quelli a cui piace entrare molto nel personaggio che deve interpretare.
– Ha presentato due volte il Saturday Night Life e ha prodotto un documentario che racconta i preparativi di un episodio del programma. Avrebbe dovuto essere un cortometraggio per un suo corso all’università, ma poi l’ha ampliato.
– Ha lavorato da McDonald’s prima di diventare famoso, e poi ha raccontato la sua esperienza, con toni molto positivi, in un suo articolo per il Washington Post.
– Ha pubblicato una raccolta di racconti (Palo Alto: Stories) e una raccolta di poesie (Directing Herbert White).
– Dipinge, e ha esposto i suoi quadri negli Stati Uniti e in Europa.
– Ha aperto un canale YouTube di filosofia, dove ha pubblicato quattro video.

– Si è fatto notare per molte strane foto, spesso molto poco vestito, su Instagram.
– Ha scritto un articolo sui selfie per il New York Times, nel 2013.
– Ha recitato in due film dell’artista americano Carter, mostrati in gallerie d’arte.

– Ha scritto per Vice una storia stramba – non è chiaro se vera, finta o vera solo un po’ – su lui e Lindsay Lohan.
– Si è fatto notare per un considerevole numero di atteggiamenti bizzarri.

Nel 2014 Franco, che aveva 35 anni, ha mandato messaggi a una ragazza scozzese di 17 anni (quindi minorenne) in vacanza a New York: le ha proposto di incontrarsi in un hotel, sapendo la sua età, e le ha mandato diverse foto. In seguito si è scusato.

All’inizio del 2018 alcune donne hanno accusato Franco di abusi di potere e di comportamenti inappropriati; in un’intervista al talk show di Stephen Colbert, Franco ha definito «inaccurate» le prime accuse ricevute su Twitter e ha detto di sostenere il movimento #metoo.

Mostra commenti ( )