L’Italia dopo il 4 marzo

È online la terza puntata del Postcast, il podcast del Post, in cui cerchiamo di capire la fine che faremo (e non solo)

(Getty Images)

Ci siamo, quindi: dopo una lunga ed estenuante campagna elettorale, domenica 4 marzo andremo a votare per le elezioni politiche con un nuovo sistema elettorale e prospettive molto incerte per la composizione del futuro governo del paese. Nella terza puntata del Postcast parliamo innanzitutto di come si vota, e del funzionamento del “Rosatellum”, cioè del nuovo sistema con cui i nostri voti saranno convertiti in seggi parlamentari; e poi parliamo di quello che succederà dal 5 marzo in poi, e quindi dei possibili scenari futuri per la composizione del governo del paese. Compreso lo scenario in cui, beh, torniamo subito a votare.

Non parleremo solo di politica, però, perché la notte tra il 4 e il 5 marzo le elezioni non saranno l’unica storia da seguire: a Los Angeles saranno assegnati gli Oscar, i premi più famosi e importanti del cinema mondiale, durante una serata che in passato ha fornito moltissimi momenti da ricordare. E parliamo di come ha fatto la Norvegia – un paese da appena cinque milioni di abitanti – a vincere le Olimpiadi invernali di Pyeongchang stracciando nazioni ben più attrezzate e popolose.

Ascolta “3. L'Italia dopo il 4 marzo” su Spreaker.

Il Postcast si può ascoltare – oltre che in questa pagina – anche attraverso le principali app per i podcast, come Apple Podcasts e Spreaker. Nella prima puntata del Postcast avevamo parlato del processo in corso a Palermo in cui sembra ci sia stato un clamoroso scambio di persona; nella seconda puntata, invece, abbiamo cercato di capire una volta per tutte i bitcoin e le criptovalute.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.