Guerrillero Heroico, 1960 ©Alberto Korda

Le fotografie di Alberto Korda

A partire da quella famosissima a Che Guevara e quelle come fotografo ufficiale di Fidel Castro, in mostra a Bologna

Guerrillero Heroico, 1960 ©Alberto Korda

Chi pensa a una foto di Che Guevara, quasi sicuramente pensa a “Guerrillero heroico”, forse la sua foto più famosa, quella stampata su poster e magliette di tutto il mondo: fu scattata il 5 marzo del 1960 dal fotografo cubano Alberto Korda, che lavorava per il quotidiano Revolución, al funerale dei marinai e dei civili morti nell’esplosione di una nave nel porto di Cuba, avvenuta il giorno prima. Nessuna delle foto che Korda fece in quell’occasione venne pubblicata fino all’anno successivo e la sua diffusione rimase ristretta ai giornali cubani. L’immagine divenne famosa dopo la morte di Che Guevara, considerato un martire rivoluzionario, che in questa foto ha uno sguardo particolarmente eroico e ispirato. Dal 2 marzo e fino al 23 aprile la galleria Ono Arte di Bologna ospiterà la mostra Ernesto Che Guevara Guerrillero Heroico, che raccoglie 50 tra fotografie e documenti originali che Alberto Korda ha realizzato negli anni a Cuba, fotografando Che Guevara e Fidel Castro.

Il vero nome di Korda era Alberto Diaz Gutiérrez. Nacque a L’Avana il 14 settembre 1928 e cominciò a scattare fotografie da autodidatta, mentre faceva altri lavori – come il rappresentante di una ditta di sapone, l’assistente cassiere in una fabbrica di caramelle o il venditore ambulante di bigiotteria – prima di incontrare il fotografo Mario Naranjo e fare pratica nel suo studio. Nel 1953 aprì con il fotografo cubano Luis A. Peirce Vier il suo primo studio fotografico, con il quale diventò un conosciuto e apprezzato fotografo occupandosi di fotografia commerciale, pubblicitaria e di moda. Chiamò lo studio Korda, in omaggio ai registi ungheresi Alexander e Zoltan Korda. Nel 1959 gli venne chiesto di fotografare Fidel Castro durante il suo viaggio negli Stati Uniti. Quando Castro vide la foto al Lincoln Memorial di Washington D.C. decise di farsi seguire dal fotografo in tutte le apparizioni pubbliche e Korda diventò il suo fotografo personale.

Il grande successo legato alla foto del Guerrillero Heroico invece è dovuto in parte a Giangiacomo Feltrinelli, che incontrò Korda nel 1967 a L’Avana: Feltrinelli stava cercando una foto di Che Guevara e Korda gli regalò proprio quella scattata 7 anni prima. Feltrinelli la usò come copertina del libro Diario in Bolivia, senza attribuirla a Korda, e la fece stampare dalla sua casa editrice su diversi manifesti, cominciandone la diffusione. Korda morì a Parigi il 25 maggio del 2001.