(FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • lunedì 16 maggio 2016

I pre-convocati per gli Europei della nazionale italiana

La FIGC ha pubblicato la lista dei giocatori scelti dal ct Antonio Conte per partecipare allo stage della nazionale

(FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

È stata comunicata oggi la lista dei 28 giocatori che il ct Antonio Conte ha convocato per lo stage della nazionale italiana in preparazione agli Europei in Francia, che inizieranno il prossimo 10 giugno. È una lista di pre-convocati, quindi non ancora definitiva, e mancano sia i giocatori della Juventus (tranne Bonucci, squalificato) che quelli del Milan, impegnati nella finale di Coppa Italia il 21 maggio: la lista con i 23 convocati definitivi verrà annunciata la sera del 31 maggio in diretta su Rai 1 dall’Auditorium Rai del Foro Italico di Roma. Non ci sono nemmeno Thiago Motta e Stefano Okaka, impegnati nelle finali di coppa con le rispettive squadre in Francia e Belgio. Lo stage inizierà il 18 maggio a Coverciano e terminerà il 21.

Portieri: Federico Marchetti (Lazio), Antonio Mirante (Bologna), Marco Sportiello (Atalanta)
Difensori: Francesco Acerbi (Sassuolo), Davide Astori (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Armando Izzo (Genoa), Angelo Ogbonna (West Ham), Lorenzo Tonelli (Empoli)
Centrocampisti: Marco Benassi (Torino), Federico Bernardeschi (Fiorentina), Antonio Candreva (Lazio), Danilo Cataldi (Lazio), Daniele De Rossi (Roma), Lorenzo De Silvestri (Sampdoria), Stephan El Shaarawy (Roma), Alessandro Florenzi (Roma), Emanuele Giaccherini (Bologna), Jorge Luiz Jorginho (Napoli), Marco Parolo (Lazio), Roberto Soriano (Sampdoria), Davide Zappacosta (Torino)
Attaccanti: Fabio Borini (Sunderland), Citadin Martins Eder (Inter), Ciro Immobile (Torino), Lorenzo Insigne (Napoli), Leonardo Pavoletti (Genoa), Graziano Pellè (Southampton)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.