• Cultura
  • mercoledì 11 maggio 2016

10 racconti a fumetti di Manuele Fior

La raccolta "I giorni della merla" parla di soldati francesi, immigrati a Berlino, e dell'Italia nel 2048

Il 21 aprile la casa editrice Coconino Press – Fandango ha pubblicato l’ultimo libro a fumetti di Manuele Fior: si chiama I giorni della merla ed è una raccolta di dieci racconti. Uno parla dei soldati francesi al fronte durante la Prima guerra mondiale, un altro racconta la vita degli immigrati oggi a Berlino e Parigi, un altro ancora è ambientato nel Nord Italia del 2048, come il suo precedente graphic novel L’intervista (Coconino Press, 2013) di cui avevamo pubblicato alcune tavole qui.

Queste sono le prime tavole del racconto che dà il nome alla raccolta di Fior: era già stato pubblicato nell’antologia L’età della febbre di minimum fax, dedicata a scrittori italiani con meno di 40 anni. Il racconto I giorni della merla si svolge nel futuro e ha per protagonista l’ingegner Marcuzzi che visita una cava durante i cosiddetti “giorni della merla”, quelli tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio, considerati tradizionalmente i più freddi dell’anno.

Manuele Fior è nato a Cesena, ha vissuto a Venezia, a Berlino e a Oslo; ora abita a Parigi. Con il graphic novel Cinquemila chilometri al secondo (Coconino Press, 2010) ha vinto il premio per il Miglior Album al Festival Internazionale di Angoulême nel 2011. Nel 2015 ha pubblicato Le variazioni d’Orsay, in cui ha raccontato le storie degli artisti le cui opere sono conservate al Musée d’Orsay di Parigi.