(Rob Stothard/Getty Images)
  • Sport
  • domenica 1 maggio 2016

Il Leicester non ha vinto la Premier League, per ora

Ha pareggiato 1-1 contro il Manchester United: può farcela però lunedì sera, se il Tottenham non batte il Chelsea

(Rob Stothard/Getty Images)

Il Leicester City ha pareggiato 1-1 con il Manchester United nella 36esima giornata di Premier League, questo significa che la squadra – che da mesi è a sorpresa prima in classifica – non ha ancora matematicamente vinto il campionato: al momento ha 8 punti di vantaggio sul Tottenham secondo in classifica, che però ha ancora tre partite da giocare (la prima delle quali lunedì 2 maggio contro il Chelsea). In realtà il Leicester potrebbe vincere la Premier League anche domani, nel caso il Tottenham non vinca contro il Chelsea.

(La più grande impresa del calcio moderno: il racconto di questa stagione del Leicester)

Comunque vada a finire, la storia del Leicester rimarrà eccezionale: è primo davanti a squadre enormemente più ricche e sulla carta più forti come Arsenal, Manchester United e City, Chelsea e Tottenham. Ha una squadra che è quasi identica a quella dell’anno scorso e ha un allenatore, l’italiano Claudio Ranieri, che nessuno considerava “da grande squadra”: Ranieri tre mesi prima di arrivare a Leicester aveva condotto la nazionale greca nel peggior girone di qualificazione a un campionato europeo della sua storia e che per questo era stato a lungo maledetto dai giornali sportivi greci. E si può andare avanti ancora parecchio: il Leicester è primo con un giocatore che cinque anni fa giocava con una squadra di operai – Jamie Vardy – con un altro che giocava con una squadra di riserve in un campionato amatoriale francese – Riyad Mahrez – e con uno scarto del Manchester United che insieme a un giovane semi-sconosciuto francese forma oggi la miglior coppia di centrocampisti del campionato inglese e molto probabilmente anche la meno costosa (Danny Drinkwater e N’Golo Kanté). Ranieri in carriera è stato a lungo preso in giro per essere considerato un “perdente”.

Nella prossima giornata di campionato, il Leicester giocherà in casa sabato 7 maggio contro l’Everton, mentre il Tottenham giocherà domenica 8 in casa contro il Southampton.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.