Disegnare dopo gli attentati di Parigi

Un po' di tavole dall'ultimo libro di Joann Sfar: ci sono gli attacchi a Charlie Hebdo e al Bataclan, la religione e la gioia di vivere

Rizzoli Lizard ha pubblicato Se Dio esiste. Quaderni parigini. Gennaio-novembre 2015, di Joann Sfar, disegnatore, scrittore e regista francese. Il libro (che è l’undicesimo e ultimo volume della serie dei suoi Carnets, diari disegnati tra il 2002 e il 2015) è tradotto da Giovanni Zucca, e rappresenta una specie di diario personale del 2015, in cui Sfar raccoglie le sue riflessioni sulla fede e il suo travaglio personale.

Il racconto parte dall’assalto di gennaio alla redazione di Charlie Hebdo in cui morirono 11 persone, e arriva fino agli attentati a Parigi del 13 novembre scorso, coprendo un anno in cui Sfar ha vissuto anche grandi trasformazioni nella sua vita privata, dalla morte del padre alla separazione dalla moglie. Rispetto all’edizione francese del libro, uscita a maggio 2015, l’edizione italiana comprende anche i disegni realizzati dopo gli attentati parigini di novembre.

Queste sono alcune tavole del libro.