(Patrick Gilliland)

Le migliori foto di Spazio del 2015

Da Plutone come non l'avevamo mai visto alle lontanissime galassie fotografate da Hubble: e poi ci siamo noi, visti da lì fuori

(Patrick Gilliland)

Il 2015 è stato un anno ricco di notizie e immagini su stelle, pianeti e il resto dell’immensità che circonda la Terra. Grazie alla sonda New Horizons della NASA, abbiamo osservato per la prima volta da vicino il pianeta nano Plutone, a 6 miliardi di chilometri da noi, scoprendo molte cose sulla sua superficie ghiacciata e costituita per il 98 per cento di ghiaccio d’azoto. La sonda Cassini ci ha mostrato un altro mondo gelato: la luna Dione del pianeta Saturno con la sua superficie frastagliata e mai vista prima così dettagliatamente. Il telescopio spaziale Hubble proprio quest’anno ha compiuto 25 anni e si è dimostrato ancora una volta un formidabile punto di osservazione per scoprire come sono fatte stelle, nebulose e intere galassie sparse nello Spazio profondo. E Rosetta, la sonda spaziale europea, ci ha inviato altre magnifiche fotografie della cometa che sta rincorrendo da ormai un anno, nel suo cammino verso il Sole, a oltre 250 milioni di chilometri da noi. Infine gli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale hanno scattato centinaia di fotografie alla Terra, mostrando la sua natura grandiosa e al tempo stesso fragile, “un piccolo puntino azzurro, l’unica casa che abbiamo mai conosciuto”.