Christopher Hitchens nel 2004 (Photo by Amanda Edwards/Getty Images)
  • Cultura
  • mercoledì 25 novembre 2015

Un nuovo libro con gli articoli di Christopher Hitchens

Si intitola "And Yet...", è uscito solo negli Stati Uniti, e ripropone alcuni dei pezzi migliori del polemista inglese (come quando scrisse contro il Natale e Hillary Clinton)

Christopher Hitchens nel 2004 (Photo by Amanda Edwards/Getty Images)

Il 24 novembre è uscito negli Stati Uniti And Yet… (tradotto in italiano E poi…) che raccoglie alcuni articoli scritti dal giornalista inglese Christopher Hitchensmorto nel 2011 per un tumore all’esofago, quando era considerato uno dei migliori giornalisti “polemisti” in circolazione. Il libro è pubblicato negli Stati Uniti da Simon&Shuster, ancora non ci sono notizie di una versione in italiano.

In And Yet… sono raccolti articoli di Hitchens su svariati argomenti, pubblicati su Slate, The Atlantic Vanity Fair e altre riviste con cui collaborava. C’è per esempio Bah, humbug, pubblicato su Slate nel 2005, in cui ironizza, in maniera molto dissacrante, sulle tradizioni consumistiche e di cattivo gusto degli Stati Uniti durante il periodo di Natale. In un altro articolo, scritto durante le elezioni presidenziali americane del 2008, spiega perché è contrario alla candidatura di Hillary Clinton, che nel frattempo si è ricandidata e quasi certamente vincerà la nomination dei democratici per le elezioni del 2016.

Il libro raccoglie anche alcune delle tante recensioni di Hitchens, che solitamente si concentrava sull’argomento del libro piuttosto che sul libro in sé. In un articolo sull’Atlantic dedicato a tre libri sull’imperialismo americano,  riuscì per esempio a nominare solo una volta i nomi degli autori mentre non scrisse i titoli del libro nemmeno una volta. Uno dei pezzi più importanti della raccolta è dedicato a Oriana Fallaci, che Hitchens ammirava per il suo modo di intervistare, pubblicato nel 2006 su Vanity Fair. Secondo Dwight Gardner – che ha recensito And Yet… sul The New York Times – il motivo principale per comprare il libro è l’articolo On the Limits of Self-Improvement, pubblicato nel 2007 su Vanity Fair, in cui Hitchens racconta in modo autoironico e divertente i tentativi di rimettersi in forma.

Christopher Hitchens era nato a Portsmouth, in Inghilterra nel 1949. Nel 1981 si trasferì negli Stati Uniti dove lavorò come giornalista e editorialista per molti giornali (in Italia alcuni suoi articoli vennero pubblicati su Il Corriere della sera) e pubblicando anche alcuni libri. Hitchens diventò famoso e apprezzato per la sua scrittura ironica e efficace, l’etichetta che forse lo descrive meglio è “polemista”: un ateo militante e critico di tutti gli integralismi, celebre per diverse stroncature di personalità politiche e religiose, tra cui Madre Teresa di Calcutta, Bill Clinton, Henry Kissinger, Gandhi e la monarchia inglese.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.