(PRNewsFoto/PepsiCo)

Pepsi ha fatto la bottiglietta di Ritorno al Futuro

Sarà in vendita dal 21 ottobre 2015 – il giorno in cui Marty McFly arriva nel futuro – ma in edizione limitatissima

(PRNewsFoto/PepsiCo)

A partire dal 21 ottobre Pepsi venderà – solo negli Stati Uniti, apparentemente – la sua bibita nella bottiglietta futuristica apparsa nel film Ritorno al futuro – Parte II. Quella di Ritorno al Futuro è una delle saghe cinematografiche di fantascienza più famose di sempre: il primo film uscì nel 1985 e fu seguito da altri due nel 1989 e nel 1990. Continuano a essere molto popolari, a fare ascolti notevoli quando vengono trasmessi in replica in tv e hanno un enorme seguito di fan.

Ritorno al Futuro racconta la storia di Marty McFly (Michael J. Fox), uno studente di liceo che ha come migliore amico Emmett “Doc” Brown (Christopher Lloyd), un inventore che è riuscito a costruire una macchina del tempo modificando una DeLorean. A distanza di trent’anni sono ancora molto conosciute le invenzioni introdotte nel mondo immaginario della saga, dalla macchina del tempo creata con una DeLorean alle Nike che si allacciano da sole agli hoverboard, gli skateboard senza rotelle che fluttuano nell’aria. In Ritorno al futuro – Parte II viene anche presentata una bottiglietta di Pepsi creata appositamente per il film e mai messa in commercio, fino a oggi.

Pepsi ha comunicato che dal 21 ottobre 2015, data in cui Marty McFly arriva nel futuro nel film, verrano messe in vendita alcune bottigliette identiche a quelle del film, in edizione limitata. Ne saranno prodotte 6.500 e saranno vendute a 20,15 dollari ciascuno (20,15 come 2015: l’anno di arrivo di Marty nel futuro). 1.500 bottigliette verrano distribuiti al Comic Con di New York, un importante raduno per appassionati di fumetti, videogiochi, film e serie televisive. 200 bottigliette verranno distribuite ogni giorno ai primi 200 cosplayer (gente mascherata da personaggi inventati) vestiti come Marty McFly.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.