Giorgio Chiellini e Cristiano Ronaldo, durante la semifinale di andata (LaPresse - Alfredo Falcone)
  • Sport
  • mercoledì 13 Maggio 2015

Real Madrid-Juventus, le probabili formazioni di stasera

Si gioca stasera alle 20.45 il ritorno della semifinale di Champions League, all’andata la Juventus ha vinto 2-1: le cose da sapere

Giorgio Chiellini e Cristiano Ronaldo, durante la semifinale di andata (LaPresse - Alfredo Falcone)

Real Madrid e Juventus giocheranno questa sera allo stadio Santiago Bernabéu di Madrid il ritorno della semifinale di Champions League: la gara di andata è stata vinta dalla Juventus per 2-1. La squadra che passerà il turno si giocherà il prossimo 6 giugno a Berlino la finale del torneo contro il Barcellona, che ieri ha eliminato il Bayern Monaco. La Juventus non gioca una finale di Champions League dal 2003, quando fu sconfitta dal Milan. Il Real Madrid ha invece giocato e vinto la finale di Champions League nella passata stagione, battendo l’Atletico Madrid e vincendo il trofeo per la decima volta della sua storia.

La semifinale d’andata
Nella partita giocata il 5 maggio a Torino la Juventus è andata in vantaggio all’ottavo minuto del primo tempo con un gol di Morata, che fino all’anno scorso giocava proprio nel Real Madrid. All’inizio del primo tempo la Juventus ha giocato molto bene, con un possesso palla fluido ed efficace: tra le altre cose, si è costruita anche diverse azioni da gol. Al 27esimo il Real Madrid ha però pareggiato con un gol di Cristiano Ronaldo, il più forte e rappresentativo giocatore della squadra spagnola. Nel primo tempo il Real Madrid ha colpito anche una traversa. Nel secondo tempo la partita è stata molto equilibrata, con importanti azioni e occasioni da gol per entrambe le squadre. La Juventus ha segnato il gol del 2-1 al 66esimo minuto, grazie a un rigore di Tevez, assegnato dall’arbitro dopo un fallo di Carvajal proprio su Tevez.

Juventus–Real Madrid Foto: Allegri e, sullo sfondo, Ancelotti, durante la semifinale di andata (OLIVIER MORIN/AFP/Getty Images)

Il ritorno: la Juventus si qualifica se
In Champions League se dopo le due partite il punteggio complessivo è di parità, i gol segnati in trasferta “valgono doppio”. Questo significa che la Juventus si qualifica se stasera vince o pareggia, con qualsiasi risultato. Con un risultato di 1-0 in finale andrebbe invece il Real Madrid, che avrebbe in quel caso segnato un gol in trasferta, a differenza della Juventus. Se la semifinale di ritorno dovesse finire 2-1 per il Real Madrid si andrebbe invece ai supplementari, e agli eventuali rigori. Se la Juventus dovesse perdere con un gol di scarto, segnando almeno due gol (3-2, 4-3), andrebbe in finale. Una vittoria del Real Madrid con 2 o più gol di scarto eliminerebbe la Juventus.

Com’è messa la Juventus
Molto bene: la Juventus, allenata da Massimiliano Allegri, ha vinto il 2 maggio la Serie A per la trentunesima volta nella sua storia, e per il quarto anno consecutivo. La Juventus si è anche già qualificata per la finale di Coppa Italia, che giocherà contro la Lazio: la finale è al momento prevista per il 7 giugno, ma se la Juventus dovesse qualificarsi alla finale di Champions League – che sarà il 6 giugno – la partita contro la Lazio sarà giocata il 20 maggio. La Juventus arriva alla partita di stasera con diversi giocatori particolarmente in forma, come Tevez, Vidal e Bonucci. Nelle ultime settimane è tornato a giocare anche il difensore Andrea Barzagli e da alcuni giorni è tornato disponibile anche il centrocampista Paul Pogba, che ha segnato un gol nell’ultima giornata di campionato, quella in cui la Juventus ha pareggiato 1-1 col Cagliari.

Com’è messo il Real Madrid
Non benissimo: a differenza della Juventus il Real Madrid non può concentrarsi solo sulla Champions League. La squadra allenata da Carlo Ancelotti è seconda nella Liga (la Serie A spagnola): il 9 maggio ha pareggiato 2-2 contro il Valencia e in classifica si è allontanata ulteriormente dal Barcellona, che ora è primo con quattro punti di vantaggio a due giornate dalla fine del campionato. Il Real Madrid è campione del mondo in carica, campione d’Europa in carica, detentore della Supercoppa UEFA e della Coppa del Re (la coppa nazionale spagnola). Se non dovesse eliminare la Juventus, e poi vincere la Champions League, rischierebbe di chiudere la stagione senza trofei, una cosa ben lontana dagli obiettivi che il Real Madrid aveva a inizio stagione. Il Real Madrid sta comunque mostrando un buon gioco: per esempio, il 5 aprile ha segnato 9 gol al Granada e in campionato non perde dal 22 marzo, quando è stato battuto 2-1 dal Barcellona primo in classifica.

Real Madrid-Juventus Foto: Cristiano Ronaldo festeggia la vittoria della Champions League, il 24 maggio 2014 (JAVIER SORIANO/AFP/Getty Images)

Probabili formazioni
Per la partita di stasera la Juventus dovrebbe giocare con il 4-3-1-2, un modulo che Allegri ha iniziato a usare da alcuni mesi, soprattutto in Europa, al posto del 3-5-2 con cui la Juventus ha giocato negli ultimi anni. In attacco giocheranno sicuramente Tevez e Morata e 10 degli 11 titolari saranno gli stessi di quelli della semifinale d’andata. L’unica differenza potrebbe essere Pogba, che dovrebbe prendere il posto di Sturaro, titolare all’andata. Dovrebbero partire dalla panchina anche Barzagli e Pereyra, che nella partita giocata a Torino era entrato negli ultimi minuti al posto di Tevez. Il Real Madrid rispetto alla gara di andata potrebbe invece cambiare modulo, passando dal 4-4-2 a un più offensivo 4-3-3, con Bale e Cristiano Ronaldo quasi sicuramente titolari e, al loro fianco, uno tra Benzema e Hernandez. Dietro di loro, a centrocampo, dovrebbero giocare Kroos, Isco e Rodriguez: tre giocatori molto offensivi. Queste le probabili formazioni, secondo Il Veggente:

Real Madrid (4-3-3): Casillas; Carvajal, Pepe, Ramos, Marcelo; Kroos, Isco, Rodriguez; Bale, Ronaldo, Benzema.
Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Marchisio, Pirlo, Pogba; Vidal; Morata, Tevez.

I pronostici
Sul sito Snai, società che si occupa della gestione di scommesse, una vittoria della Juventus nella partita di questa sera è pagata 5,25 (scommettendo 10 euro se ne vincerebbero 52), un pareggio farebbe vincere 4 euro per ogni euro scommesso e una vittoria del Real Madrid è data a 1,63. Il Real Madrid, nonostante la sconfitta nella semifinale di andata, è anche favorito per il passaggio del turno, pagato 1,73; il passaggio della Juventus alla finale vale invece due euro per ogni euro scommesso. La Juventus che vince la Champions League è quotata a 5, il Real Madrid a 4, e il Barcellona (che è già in finale) a 1,55.

Come vedere Real-Madrid Juventus in tv e streaming
Il ritorno della semifinale di Champions League sarà trasmesso in chiaro, dalle 20.45 su Canale 5. Real Madrid-Juventus si potrà vedere anche in streaming, da pc, smartphone e tablet grazie all’applicazione Sportmediaset.