La criticata pubblicità inglese sulla “prova costume”

Questi manifesti sono apparsi nella metropolitana di Londra e da giorni vengono riscritti e criticati sui social network

Nei giorni scorsi sono apparsi sui muri della metropolitana di Londra diversi cartelloni pubblicitari della Protein World, una società che produce alimenti per sportivi, che mostrano una donna in bikini e la scritta «Il tuo corpo è pronto per la spiaggia?». La campagna è stata molto criticata perché a detta di molti contiene un messaggio sessista e fa “body shaming”, cioè vuole far vergognare di sé chi ha un corpo che non risponde agli stessi criteri della pubblicità imponendo un’immagine di “corpo perfetto” distante dalla realtà. Una petizione su Change.org per chiedere a Protein World di rimuovere i cartelloni ha ottenuto finora più di 44mila firme. Diverse persone hanno vandalizzato i cartelloni modificando lo slogan o aggiungendo alcune frasi di risposta, oppure si sono fotografate davanti ai manifesti in atteggiamenti di protesta. Protein World ha fatto sapere di non avere intenzione di interrompere la campagna e anzi ha risposto prendendo in giro le persone che l’hanno criticata.

Ad alcuni cartelloni pubblicitari sono state aggiunte scritte come «andate a fare in culo», «piantatela di incoraggiare le donne a fare la fame per dimagrire», o ancora «sì, chiunque è pronto per andare in spiaggia». La frase «Are you beach body ready?» è stata poi storpiata in «Your body is not a commodity» (“il corpo non è un prodotto”), «Each body is ready» (“qualsiasi corpo è pronto”) e così via. Su Twitter l’account ufficiale di Protein World ha risposto a una ragazza che li ha criticati scrivendole «Cresci» e allegando diverse copertine di riviste di moda e salute.

 

 

 

AND NOW from ‘Planet Have More Beach Fun’ we bring you footage of what happened when we hit the underground last…

Posted by Eachbodysready on Sabato 25 aprile 2015

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.