• Italia
  • lunedì 13 aprile 2015

Un altro naufragio di migranti al largo della Libia

È successo lunedì mattina: almeno 9 persone sono morte, la Guardia Costiera italiana ne ha salvate 144

Nelle prime ore di lunedì almeno nove persone sono morte nel naufragio di un barcone di migranti a circa 80 miglia dalle coste della Libia. Sul posto è intervenuta la Guardia Costiera italiana, che ha recuperato 144 persone.

Nove cadaveri sono stati recuperati dalla Guardia Costiera italiana lunedì mattina a circa 80 miglia dalle coste della Libia, nell’area dove si è capovolto un barcone carico di migranti diretto verso l’Italia. Sono state salvate 144 persone.

Nell’area sono tuttora in corso ricerche di eventuali dispersi, alle quali partecipa anche un aereo Atr 42 della Guardia Costiera. I superstiti sono stati trasferiti a bordo di una nave della Marina Militare impegnata nell’operazione Triton, che sta facendo rotta ora verso la Sicilia. A bordo della nave vi è anche uno dei nove cadaveri, mentre gli altri sono a bordo di una motovedetta della Guardia Costiera, tuttora impegnata nelle ricerche dei dispersi.

continua a leggere sul Corriere

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.